Mai più patate attaccate alla teglia grazie ai rimedi della nonna

Le patate al forno sono il più classico e delizioso dei contorni. Senza una porzione di patate croccanti fuori e tenere dentro, nessun arrosto della domenica è completo.

Ma subito dopo pranzo, ecco che si presenta il solito incubo: dover scrostare la teglia. Esiste un modo per risolvere il problema una volta per tutte? Certo che sì! Mai più patate attaccate alla teglia grazie ai rimedi della nonna.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Patate al forno: quale varietà scegliere?

Quando le patate si attaccano alla teglia, gli svantaggi sono due. Innanzitutto, la parte più sfiziosa della patata al forno, ovvero la croccante crosticina, rimane appiccicata. Quanta gustosità sprecata!

In secondo luogo, si perdono tempo ed energie a scrostare la teglia. Applicando alcuni semplici accorgimenti, però, si risolve il problema una volta per tutte: mai più patate attaccate alla teglia grazie ai rimedi della nonna!

Prima di capire come liberarsi di questa scocciatura, occorre individuare il colpevole. Si tratta dell’amido, una sostanza naturalmente presente nelle patate. Un primo consiglio, dunque, è scegliere varietà povere di amido. Le patate a basso contenuto di amido sono quelle di colore giallo. Sono note anche come patate cerose. Sono perfette per essere preparate al forno, anche perché resistono meglio alla cottura.

Da evitare, invece, le patate a pasta bianca. Queste, infatti, sono ricche di amido e si sfaldano se cotte al forno. Sono, invece, più adatte a preparazioni che richiedono di schiacciare le patate. Per esempio, purè e gnocchi.

I trucchi della nonna

Una volta scelta la varietà di patate perfetta, molto dipende anche dalla preparazione.

In particolare, c’è una fase da non saltare assolutamente: mettere in ammollo le patate. Questo procedimento, infatti, permette di eliminare l’amido che fa attaccare le patate alla teglia.

Una volta sbucciate e tagliate le patate, occorre immergerle in acqua fredda. Bisogna lasciarle in ammollo per almeno mezz’ora, ma anche fino ad un’ora.

Inoltre, è meglio cambiare l’acqua due o tre volte, e sciacquare bene le patate alla fine del procedimento.

Un altro trucco è bollire le patate prima di cuocerle al forno. Soprattutto se si aggiunge all’acqua di cottura un pizzico di ingrediente segreto: il bicarbonato di sodio. Questa polvere, infatti, rende la crosticina delle patate extra-croccante. Così, sarà più facile rimuoverle dalla teglia.

Infine, mai lesinare sul condimento. Prima di mettere le patate in forno, occorre massaggiarle con abbondante olio. Anche la teglia deve essere ben unta.

Alcuni preferiscono utilizzare della carta da forno, mentre altri ritengono che questa impedisca la formazione della crosticina croccante. Si tratta di gusti! In ogni caso, grazie a questi consigli, la teglia da grattare sarà solo un brutto ricordo: mai più patate attaccate alla teglia grazie ai rimedi della nonna!

Approfondimento 

Addio all’odore di fritto sui vestiti grazie ai rimedi della nonna

Consigliati per te