Mai più acari, tarli e farfalline della pasta con questi semplici rimedi

Più o meno evidenti, a seconda della loro grandezza, la nostra casa può essere piena di animaletti davvero fastidiosi. Questo “zoo” in miniatura presente in tantissime abitazioni può portare, nei peggiori dei casi, danni materiali e fisici (allergie). Se notiamo animaletti che consumano il legno delle sedie, piccoli ragni che ci pizzicano mentre dormiamo o insetti che volano nella pasta, siamo davvero circondati.

Ma nessuna paura, questi esseri non trasmettono alcuna malattia, ma recano danni, anche ingenti, se non vengono debellati velocemente. Ecco come poter dire “mai più acari, tarli e farfalline della pasta” con questi semplici rimedi.

Conosci il tuo nemico

Se nel completo silenzio della stanza notiamo un rumorino provenire dal cassetto del comodino potremmo avere a che fare con il tarlo. La sua presenza è confermata dalla presenza di piccoli forellini nel legno e dalla presenza a terra di una polverina. Quella polverina è il legno che, stranamente, non fa parte della sua alimentazione e che quindi scarta fuori dal suo tunnel. Questi forellini, che non superano il millimetro, vengono usati dalla mamma larva per deporre le uova. Una volta schiuse, questi vermetti bianchi cominceranno a nutrirsi dei componenti del legno.

Rimanendo in camera da letto capita di svegliarsi la mattina con delle bollicine vicine nelle braccia. Il responsabile potrebbe essere l’acaro della polvere che nutrendosi di forfora e di cute morta potrebbe aver invaso i nostri letti. Le sue feci possono dare allergie, anche violente, caratterizzate, tra l’altro, da asma e congiuntivite.

Spostandoci in cucina, precisamente in dispensa, non è raro trovare nei farinacei o nella pasta delle farfalline che svolazzano. Queste entrano in casa senza che ce ne accorgiamo, presenti, per lo più, già all’interno delle confezioni. Molto difficile è anche l’individuazione visto che il loro momento preferito per agire è la notte.

Mai più acari, tarli e farfalline della pasta con questi semplici rimedi

Per nostra fortuna a tutto questo esistono rimedi efficaci.

  • Farfalline della pasta: svuotare tutte le confezioni aperte e controllare se all’interno ci sono larve (bianche con testa scura). Buttare via le buste che presentano forellini sospetti e pulire gli scaffali con una soluzione di acqua e aceto. Prima di rimettere a posto le confezioni integre, inserire agli angoli delle foglie di alloro, un odore sgradevole per le farfalle.
  • Tarli: un qualsiasi negozio di fai da te ha prodotti adatti al caso nostro. Siringarli all’interno del forellino nei tempi e nei dosaggi che ci consiglierà il negoziante. Per far stare lontani questi animaletti è buona regola inserire un sacchetto di lavanda essiccata nei cassetti.
  • Acari della polvere: il rimedio classico è quello di togliere tutta la biancheria e lavarla anche più volte a 60 gradi così da assicurarsi la morte del “ragnetto”. Ma esiste un suggerimento che in molti non conoscono e serve anche come prevenzione: il bicarbonato di sodio. È opportuno cospargere il materasso con alcuni cucchiai di questa sostanza e lasciarla in posa per circa 3 ore. Dopodiché, eliminare il tutto con l’aspirapolvere.

Esistono altri animaletti davvero fastidiosi che vanno ad intaccare i tessuti e “pasteggiano” nei nostri armadi: le tarme. Ecco come avere un guardaroba perfetto e profumato senza aver paura delle tarme per scoprire come prevenirle.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te