L’ORO tornerà a essere bene rifugio? Direi di sì se l’obiettivo è 2100!

E’ bastato un rialzo di circa il 7% dai minimi recenti per spingere le principali testate giornalistiche e molti analisti a parlare dell’oro che torna ad essere un bene rifugio.

Ricordiamo che di massimi storici del 2011 l’oro ha perso circa il 50% segnando un importante minimo nel dicembre del 2015. A quel punto è partito un rimbalzo del 30% con massimo relativo raggiunto a luglio 2016 prima di un’ulteriore discesa di un 20% circa che ha portato a un altro minimo nell’ottobre del 2016.

Ma qual è lo stato di salute dell’oro nel breve, nel medio e nel lungo termine?

Analisi time frame giornaliero

Alla chiusura del 29 dicembre il TC2 ha dato un segnale long che ha fatto partire il rialzo in corso che ha come I° obiettivo area 1220. Da notare che al momento non ci sono ostacoli sul cammino al rialzo.

Nel caso in cui area 1220 dovesse essere rotta al rialzo gli obiettivi successivi sono indicati in figura. Da notare che nel breve periodo la massima estensione del rialzo in atto è area 1400.

I ribassisti trarrebbero forza da un segnale short del TC2 (da notare che si sta preparando a farlo) e dalla rottura al ribasso del livello spartiacque.

GOLD-D

Analisi time frame settimanale

Nel medio periodo la tendenza non è ancora rialzista. Al momento, infatti, il rialzo in atto si configura come rimbalzo fisiologico seguito al raggiungimento del I° obiettivo della proiezione ribassista (linea tratteggiata).

La rottura al rialzo di area 1230 e il segnale del TC2 (ormai prossimo) darebbero la conferma definitiva della tendenza rialzista con gli obiettivi indicati in figura.

Da notare che il I° obiettivo della proiezione rialzista si trova in area 1450. Molto vicino alla massima estensione della proiezione rialzista sul time frame giornaliero.

Gold Full0217 Future

Analisi time frame mensile

Per il lungo periodo dare target è complicato. Preferiamo seguire il time frame settimanale in modo da poter seguire meglio l’evoluzione dei prezzi. Al momento possiamo dire che nel lungo periodo l’obiettivo rialzista potrebbe essere la massima estensione (III° obiettivo) della proiezione di medio periodo in area 2100.

Per quel che riguarda la tendenza, invece, abbiamo un’importante freccia nel nostro arco: il Primary Trend Indicator (PTI).

Come si vede dal grafico seguente il segnale long del PTI ha accompagnato il rialzo da area 350 fino in area 1700 (+350%) , dove ha dato un segnale ribassista neutralizzato in area 1230 (+25%).

Al momento il PTI è in posizione long, ma le quotazioni non riescono a decollare. Come mai?

Il motivo è che le quotazioni sono ancora sotto il livello spartiacque e solo la sua rottura al rialzo imprimerà un’accelerazione rialzista.

GOLD-M

Conclusioni

Analizzando simultaneamente i time frames di breve, medio e lungo possiamo concludere che il rialzo in atto potrà continuare almeno fino in area 1400. Su questi livelli si decideranno le sorti dell’oro: o si ritornerà al ribasso oppure il rialzo acquisterà forza e si potrà spingere fino in area 2100.

Ribadiamo, però, che il livello chiave è area 1400 dove, nel migliore dei casi, assisteremo ad una pausa del rialzo prima della ripartenza. Nel peggiore dei casi assisteremo a un’inversione ribassista i cui obiettivi andranno calcolati al momento opportuno.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te