L’oro tiene il colpo e lascia aperta la porta per un’inversione rialzista

Nelle settimane scorse abbiamo evidenziato come la Federal Reserve avesse fortemente impattato sull’andamento del prezzo dell’oro. La riscossa del metallo giallo, però, potrebbe essere vicina anche se le quotazioni potrebbero continuare a rimanere sotto pressione a causa del forte dollaro statunitense. L’andamento della settimana appena conclusasi si può, quindi, riassumere come segue: l’oro tiene il colpo e lascia aperta la porta per un’inversione rialzista.

Tuttavia il rialzo del prezzo del petrolio potrebbe venire in soccorso dell’oro. L’aumento dei prezzi del greggio, infatti, potrebbe portare a un forte aumento dell’inflazione globale. Questo aumento dell’inflazione potrebbe costringere la Fed a ripensare alla sua recente decisione riguardo al tapering delle obbligazioni. Conseguentemente il dollaro potrebbe indebolirsi. Quindi, l’aumento del prezzo del greggio potrebbe portare a un’inversione di tendenza nel prezzo dell’oro nella seconda quindicina di ottobre 2021. C’è, poi, un altro aspetto da non sottovalutare. L’attuale crisi energetica in Cina potrebbe anche portare a una forte correzione nei mercati azionari. Gli investitori azionari, quindi, potrebbero passare agli investimenti in oro.

L’oro tiene il colpo e lascia aperta la porta per un’inversione rialzista: le indicazioni dell’analisi grafica

L’oro (prezzo in tempo reale) ha chiuso la seduta del 1 ottobre in rialzo dello 0,08% rispetto alla seduta precedente a quota 1.758,4 dollari. La settimana, invece, si è chiusa con un rialzo dello 0,45%.

Time frame giornaliero

Nulla è cambiato rispetto a settimana scorsa

La discesa in corso è ribassista, ma da sette sedute a questa parte le quotazioni sono bloccatelo  all’interno del trading range1.736 dollari – 1.755,5 dollari. Solo una chiusura giornaliera esterna a uno di questi livelli potrebbe dare direzionalità alle quotazioni.

Al ribasso, lo scenario più probabile visto anche il segnale di vendita dello Swing Indicator, l’obiettivo più vicino è quello in area 1.676 dollari (I obiettivo di prezzo). A seguire gli altri obiettivi si trovano in area 1.512 dollari (II obiettivo di prezzo) e 1.349,5 dollari (II obiettivo di prezzo).

Al rialzo, invece, le quotazioni potrebbero dirigersi verso il I obiettivo di prezzo in area 1.900 dollari.

oro

Time frame settimanale

Continua questa fase di immobilismo che potrebbe sbloccarsi solo con una decisa rottura in chiusura di settimana o della resistenza in area 1.770 dollari oppure del supporto in area 1.743 dollari.

Gli obiettivi dei movimenti che potrebbero scaturire dalle rotture indicate in precedenza sono indicati in figura.

oro

Time frame mensile

La chiusura mensile di settembre non ha portato novità. La tendenza in corso rimane ribassista e gli obiettivi sono quelli indicati in figura.

Solo una chiusura mensile superiore a 1.880 dollari farebbe accantonare lo scenario ribassista. Per una conferma del rialzo, però, sarebbe opportuno attendere una chiusura mensile superiore a 1.960 dollari.

oro

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te