L’ora giusta per mangiare e stare bene in salute

C’è l’ora giusta per mangiare e stare bene in salute?

Gli orari per consumare i pasti, dipendono dalle abitudini di ogni persona e le buone abitudini aiutano a contrastare la stanchezza e ad avere tanta energia.
L’ ora dei pasti influisce molto sulla salute di ognuno.
Occorre rispettare degli orari per i pasti, in modo da migliorare il benessere quotidiano, ostacolando la stanchezza e la mancanza di concentrazione.
La vita frenetica, il lavoro, spesso non permettono di rispettare questi orari nel modo giusto e questo si ripercuote sulla salute.
E’ bene essere a conoscenza di alcuni orari che andrebbero rispettati.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Qual è  l’ora giusta per mangiare e stare bene in salute?

Durante la giornata, i pasti dovrebbero essere sempre quattro: colazione, pranzo, spuntino e cena.

La colazione

La colazione è molto importante e se fatta nel modo giusto, non fa ingrassare perché deve fornire al proprio organismo l’energia che serve per affrontare la giornata e i sistemi metabolici, sono pronti a consumare ciò che si mangia. Man mano che passano le ore, l’organismo ha sempre meno bisogno di assumere calorie. L’orario ideale per la colazione dovrebbe essere tra le sette e le otto del mattino.

Il pranzo

L’orario ideale del pranzo dovrebbe essere tra le dodici e le quattordici. A pranzo si consiglia di mangiare verdure, proteine, grassi sani, carboidrati. Deve essere un pranzo che sazia, ma non troppo pesante.

Spuntino

La merenda non la fanno solo i bambini, ma anche gli adulti. L’ orario è compreso tra le sedici e le diciassette, ma si può prolungare fino alle diciotto.
Si possono mangiare delle noci, della frutta secca o uno yogurt.

Cena

L’ora ideale per cenare è tra le 19 e le 20, o comunque due ore prima di mettersi a letto. La cena deve essere ricca di vitamine, e leggera.
Si dovrebbe evitare di mangiare tra la cena e il risveglio perché l’apparato digerente non è pronto a ricevere cibo e il metabolismo è al minimo. Il fegato non gestisce bene i grassi e l’insulina non lavora bene.
Per questo motivo un dolce mangiato la sera fa alzare maggiormente la glicemia rispetto ad uno mangiato al mattino.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te