Lo sformato di cavolfiori è una ricetta facile e versatile che soddisferà i palati di grandi e piccini

I cavolfiori sono certamente la verdura principe di novembre. Hanno un grosso potere saziante con un limitato apporto calorico. Sono, dunque, particolarmente indicati per chi è a dieta dimagrante. Ma anche per chi soffre di diabete e di colite ulcerosa.

Stimolano il funzionamento della tiroide, e sono ricchi di sali minerali e vitamina C. Andrebbero, pertanto, regolarmente mangiati durante la stagione fredda, al fine di prevenire il raffreddore.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Non sempre, però, l’odore in cottura e il sapore dei cavolfiori è gradito ai palati più difficili, soprattutto  ai bambini. Ecco, allora, servita una preparazione adatta per superare tale impasse. Infatti lo sformato di cavolfiori è una ricetta facile e versatile che soddisferà i palati di grandi e piccini.

Passiamo in cucina

Ecco gli ingredienti occorrenti:

a) due cavolfiori medi;

b) 200 gr di scamorza affumicata;

c) 100 gr di prosciutto cotto;

d) sei uova;

e) 50 gr di parmigiano;

f) 50 gr di pangrattato;

g) una manciata di prezzemolo;

h) olio, sale, noce moscata e pepe quanto basta.

Procedimento

I cavolfiori normalmente andrebbero sbianchiti, ma vogliamo evitare il brutto odore per casa che ne scaturirebbe. In più si avrebbe la dispersione di qualche sano principio nutritivo e contenuto nei cavolfiori.

Allora optiamo per quest’altra soluzione. Laviamo e mondiamo i cavolfiori, prima di tagliarli finemente e passarli, per metà della quantità, nel mixer, per ridurli in purea.

Tritiamo il prezzemolo. Poi sbattiamo le uova, inseriamo il parmigiano, il prezzemolo e il sale. Ancora, tagliamo a striscioline il prosciutto e a pezzetti la scamorza.

In una ciotola versiamo la parte di cavolfiori ridotti nel mixer, più l’altra metà tagliata al coltello molto finemente. Aggiungiamo il composto di uova, le striscioline di prosciutto e i pezzi di scamorza. Infine la noce moscata.

Aggiustiamo di sale e pepe. Se il composto dovesse essere troppo liquido, si può aggiungere del pangrattato.

Ecco servita la delizia dello sformato di cavolfiore

Versiamo il composto in una terrina imburrata e infarinata. Spolverizziamo con il pangrattato e inforniamo a 180° per circa cinquanta minuti.

Nulla da eccepire, lo sformato di cavolfiori è una ricetta facile e versatile che soddisferà i palati di grandi e piccini. Si presta ad essere servito sia come ricco antipasto sia come secondo piatto, ma in realtà è un ottimo piatto unico. In più, può essere preparato comodamente, anche in largo anticipo.

Infine, in quest’articolo presentiamo la ricetta di come preparare degli squisiti involtini di vitello.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te