Lo sapete che più elevato è il costo di un prodotto finanziario, e più a lungo investite, e più perdete?

Lo sapete che più elevato è il costo di un prodotto finanziario, e più a lungo investite, e più perdete? E’ proprio così, purtroppo. E stiamo per svelarvelo in tutta la sua chiarezza. Concedeteci solo qualche minuto di lettura. E, alla fine, avrete una consapevolezza maggiore del costo reale degli strumenti finanziari.

Supponiamo che voi abbiate dei soldi da investire. Non importa la somma in questo esempio. Ma la voglia che voi vogliate farlo. Vi recate in banca o a parlare con il vostro consulente, e decidete di farlo. Determinato il corretto profilo di rischio/rendimento per voi, si passa all’azione. Non importa per quale strumento optiate, è un esempio teorico. Importa solo una cosa. Il costo dello strumento medesimo. Che, dopo un’accurata scelta, risulta essere dell’1% annuo.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Questo costo, che non pare certo oneroso, è influenzato dalla durata di quanto investite. Perché è annuo. Quindi optate per rimanere almeno 5 anni. Poi si vedrà. Orbene, in 5 anni, il costo annuo fa decrescere il vostro investimento del 5% complessivo. Se, per caso, aveste scelto un’obbligazione che pagasse l’1% annuo, vi siete bruciati col costo tutto il rendimento. Se rende di meno, ovviamente siete andati in negativo.

Lo sapete che più elevato è il costo di un prodotto finanziario, e più a lungo investite, e più perdete?

Ma andiamo oltre, perché il bello viene adesso. Decidete di continuare ad investire. Dopotutto, il costo è sempre solo dell’1% annuo. E siete comunque in pari… per cui pensate di arrivare a 20 anni complessivi. Quindi il capitale il risultato finale dovrà scontare una perdita di almeno il 20%, giusto? Peccato che sia maggiore. Per la precisione è il 26%. E’ una questione di matematica finanziaria. Difficile da spiegare senza scendere nel dettaglio. E che non è il nostro scopo. Questo perché il tempo è un fattore determinante nella valutazione degli investimenti. La sua rilevanza dipende da un effetto di carattere finanziario che lo lega al valore del denaro.

Come sappiamo, il tempo gioca a vostro favore nella performance. Perché, raggiunti e superati i 20 anni, le serie storiche dicono che un investimento su mercati efficienti e liquidi non possa perdere. Ma il tempo è vostro nemico sui costi. Più andate avanti, e più un investimento diventa costoso. E più vi sottrae dal capitale finale investito. Un qualunque investimento a 50 anni con un costo annuo complessivo dell’1% alla fine decurterà il capitale finale del 39%. Se si passa al 2%, che è quasi la media dei fondi azionari in Italia, la perdita in soli 20 anni è del 33%. Un terzo netto del capitale.

Naturalmente abbiamo semplificato le cose a più non posso. Il nostro scopo era solo farvi capire che anche costi che possono sembrare piccoli, nel corso del tempo, hanno un’incidenza enorme. Da non trascurare assolutamente.

Consigliati per te