Lo dicevano le nonne che per lavare i piatti senza detersivo bastano 4 trucchetti efficaci

I lavori domestici ci portano via moltissimo tempo ogni giorno. Pertanto, spesso cerchiamo dei metodi utili per risolvere le faccende nel minor tempo possibile.

Le nonne hanno una soluzione a tutto e sono sempre fonte di grande ispirazione. Sono cresciute senza robot di ultima generazione ed elettrodomestici all’avanguardia per pulire e lavare.

Grazie a loro possiamo riscoprire alcuni prodotti che abbiamo in dispensa e che spesso buttiamo via. Lo dicevano le nonne che per lavare i piatti senza detersivo bastano 4 trucchetti efficaci.

In questo modo, possiamo risparmiare davvero molti soldi proteggendo noi e il nostro ambiente. Probabilmente, molti non ci pensano ma ai tempi delle nonne il detersivo come lo conosciamo noi non esisteva. Inoltre, le famiglie un tempo erano molto più numerose. Quindi c’erano grandi quantità di piatti da lavare, bucato da fare e da stirare. A tal proposito, ecco come profumare il bucato mentre stiriamo con il segreto della nonna che pochi conoscono. Ora scopriamo invece come possiamo sgrassare e pulire i piatti senza utilizzare il detersivo.

Lo dicevano le nonne che per lavare i piatti senza detersivo bastano 4 trucchetti efficaci

Il primo ingrediente che possiamo usare per sgrassare in modo efficace i piatti è l’aceto. L’aceto è un ingrediente naturale molto efficace per rimuovere le macchie ostinate dai piatti.

Per usarlo, basterà mettere in ammollo le stoviglie aggiungendo mezzo bicchiere di aceto. Se lasciamo i piatti a bagno per almeno 20 minuti, l’aceto agirà in maniera più efficace. In questo modo sarà sufficiente una passata di spugna per avere piatti puliti.

Sapone di Marsiglia e bicarbonato

Possiamo realizzare in casa un detersivo usando 2 soli ingredienti che molti di noi hanno in casa. In una bottiglia aggiungiamo 200 millilitri di acqua, 100 millilitri di sapone di Marsiglia liquido e 100 grammi di bicarbonato di sodio.

Dopo aver miscelato il tutto, sarà pronto per l’uso. Sarà sufficiente diluirlo nell’acqua oppure versarlo sulla spugna per i piatti per rimuovere facilmente lo sporco.

Se vogliamo rendere più profumato ed efficace questo detergente possiamo aggiungere anche il succo di mezzo limone. Il succo di limone ha una potente azione sgrassante, oltre a dare ai piatti un profumo molto gradevole.

Acqua di cottura

Forse non tutti sanno che l’acqua di cottura della pasta può essere riciclata in diversi modi. Possiamo usarla, per esempio, come fertilizzante e infatti abbiamo spiegato che con questi pratici consigli la cura delle piante non sarà più un problema.

Oltre a fertilizzare le nostre piante, l’acqua di cottura della pasta è un prodotto eccellente per rimuovere grasso ed incrostazioni. Quest’azione si deve all’amido rilasciato dalla pasta nell’acqua. Pertanto, non gettiamola via ma versiamola in una vaschetta e usiamola per lavare le nostre stoviglie e pulirle senza fatica.

Buccia di patata

Possiamo usare le bucce delle patate al posto della spugna per rimuovere le incrostazioni dagli utensili in modo efficace. Dopo aver strofinato con le bucce posate e mestoli, risciacquiamoli per averli come nuovi.

Inoltre, possiamo realizzare un detergente ecologico per i piatti facendo bollire 4 patate con la buccia. Preleviamo le bucce e mettiamole in una bottiglia con 2 cucchiai di aceto, il succo di mezzo limone e 3 cucchiai di bicarbonato.

Lasciamo riposare il detergente per almeno 12 ore in frigorifero ed usiamolo per rimuovere residui di grasso dai piatti.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te