Lo chiamano il frutto che non spreca e pochissimi sanno che è possibile riciclare il suo nocciolo in questi due incredibili modi

La frutta dell’estate è quanto di più buono possa esserci. Colorata, gustosa, dolcissima e soprattutto con poche calorie: ecco perché la frutta estiva può tranquillamente sostituire un’ipercalorica fetta di torta.

In un precedente articolo (link qui) abbiamo parlato della frutta di stagione che non potrà mancare sulle nostre tavole per tutta l’estate. Tra i vari tipi abbiamo citato le albicocche, le fragole e le pesche, ma ciò non toglie che ve ne siano altri seppur meno consumati. Uno di questi ricorda un po’ le albicocche sia nel colore che nella forma, ma non nella consistenza. Stiamo parlando delle nespole, dal sapore molto dolce e che possiamo trovare nei supermercati sin dalla fine del mese di maggio.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Le caratteristiche delle nespole

Si tratta di un frutto con una sottile buccia, che è preferibile rimuovere prima di gustare la sua dolcissima polpa.

Ricche di acqua e fibre, se ne consiglia il consumo se si soffre di stitichezza ma in tal caso è preferibile sceglierle particolarmente mature. Inoltre, contengono elevate quantità di potassio che aiutano il sistema cardiocircolatorio.

Quando gustiamo le nespole, però, dobbiamo fare attenzione al nocciolo, i cui semi contengono una sostanza tossica che potrebbe risultare nociva per la nostra salute. Ecco perché è necessario scartarlo ma non buttarlo. Come mai? Be’, perché possiamo riciclarlo in due modi molto intelligenti che non tutti conoscono.

Un modo molto particolare per non sprecare

Lo chiamano il frutto che non spreca e pochissimi sanno che è possibile riciclare il suo nocciolo in questi due incredibili modi, vediamo il primo.

Il primo modo riguarda la preparazione di un buonissimo liquore chiamato “nespolino”. Per realizzarlo servono soltanto acqua, zucchero, alcol e ovviamente i noccioli. Basterà inserirli in un barattolo di vetro, aggiungere l’alcol e lasciare riposare il tutto per circa dieci giorni. Ci raccomandiamo di chiudere per bene il barattolo e lasciarlo preferibilmente al buio. Una volta passati i dieci giorni, preparare un composto di acqua e zucchero e aggiungervi l’alcol dei noccioli. Facciamo riposare anche stavolta per una decina di giorni ed ecco pronto il nostro liquore.

Lo chiamano il frutto che non spreca e pochissimi sanno che è possibile riciclare il suo nocciolo in questi due incredibili modi

Il secondo modo per riutilizzare i noccioli è… interrarli. Cosa significa? Significa che il nespolo è un albero che possiamo coltivare a partire dal suo seme, per cui basterà interrarlo in un vaso e metterlo all’ombra. Servirà molto tempo, addirittura anni, prima di poter raccogliere le prime nespole, ma il risultato sarà straordinario.

Un piccolo orto proprio in casa nostra senza che serva un grande giardino, perché ci basterà semplicemente un piccolo terrazzo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te