Liquidità per il Covid-19, un occhio estraneo guarderà i vostri conti correnti

Inutile provare a fare i furbi con i soldi che vengono dal Decreto Liquidità per il Covid-19, un occhio estraneo guarderà i vostri conti correnti. A vigilare sarà la Guardia di Finanza. La notizia è trapelata durante una audizione in commissioni riunite Finanze e Attività produttive della Camera. A dirlo a chiare lettere il colonnello e capo ufficio analisi della Guardia di Finanza, Pietro Bianchi.

Come vengono effettuati i controlli

Un primo controllo deve farlo la banca poi nella fase di effettiva elargizione del denaro interviene la Guardia di Finanza.

A cosa sono destinati questi soldi

Le aziende che chiedono i soldi per la crisi da coronavirus, possono utilizzare questi fondi solo per affrontare il calo di fatturato. Quindi meglio non provare ad usare questi fondi per altri scopi. La finalità dell’utilizzo è strettamente collegata all’emergenza in corso.

Vecchie esposizioni rimarranno

La Guardia di Finanza controllerà soprattutto vecchie esposizioni. Comportamenti illeciti di distrazione di fondi saranno sotto osservazione e oggetto di segnalazione. I rischi più ricorrenti sono appropriazioni di risorse non dovute con false dichiarazioni oppure per giustificare determinati movimenti, l’emissione di fatture ma per operazioni inesistenti.

Presidiare il sistema economico

Con il Decreto Liquidità sono state date molte opportunità di prestiti e finanziamenti. La mole di soldi che le aziende possono richiedere sotto forma di prestito con tassi particolarmente bassi è elevato. Quando ci sono iniziative economiche di questa portata i primi che potrebbero approfittarne sono le possibili infiltrazioni della criminalità organizzata.

Liquidità per il Covid-19: gli affari sporchi

L’attenzione delle forze dell’ordine deve essere alta. Gli inviti a tenere alta la guardia sul tessuto locale è stato più volte sollecitato dai massimi vertici. Le condotte illecite come riciclaggio e usura sono pronte a farsi avanti e ad entrare con incisività nel tessuto imprenditoriale del Paese. Chi fa affari sporchi inquina il tessuto economico grazie al possesso di enormi risorse provenienti da traffici illeciti.

Quindi prima di pensare di farla franca sulla liquidità per il Covid-19, attenzione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te