L’INPS concede fino a 160 euro per 12 mesi ad alcune famiglie

L’INPS concede fino a 160 euro per 12 mesi ad alcune famiglie. Un sussidio economico della durata di un anno. Si tratta dell’assegno di natalità INPS che spetta a quelle famiglie nelle quali nasca o venga adottato un figlio. In questo articolo il nostro staff tecnico vi spiega come funziona il sussidio e quando si percepisce.

A quali famiglie è riservato il sussidio economico

L’INPS concede fino a 160 euro per 12 mesi ad alcune famiglie. Più noto come bonus bebè, il sussidio è stato rinnovato anche per l’anno 2020. Si tratta di un beneficio che ha visto la sua introduzione in Italia grazie al D.P.C.M. n. 83 del 10 aprile 2015. L’importo dell’assegno mensile varia in relazione ai dati reddituali della famiglia e va da un minimo di 80 euro fino a 160 euro.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Il sussidio spetta alle famiglie che hanno messo al mondo, hanno adottato o preso in affido un bambino nell’anno in corso. Secondo quanto stabilisce la Legge di Bilancio 2020, il sostegno prevede dei requisiti di reddito in base ai quali si stabilisce l’importo dell’aiuto economico.

Condizioni di reddito e importi dell’assegno

Non esistono dei veri e propri limiti di reddito entro i quali è consentito effettuare la domanda. Di fatto, tutte le famiglie con un nuovo nato possono farne richiesta. Secondo quanto chiarisce l’INPS nella circolare n. 26/2020, non è necessario presentare il modello ISEE per ottenere il beneficio. Infatti, le famiglie che richiedono il bonus senza presentare l’ISEE ottengono l’importo più basso, 80 euro mensili. Questo è l’importo che solitamente spetta a chi ha un ISEE superiore ai 40 mila euro.

Se, invece, si presenta la DSU e si ottiene un ISEE inferiore a 40 mila euro, si ottiene un beneficio fino a 160 euro mensili. La quota mensile in questi casi dipende dal valore che si attesta per l’ISEE.

Ricapitolando, gli importi del bonus bebè possono essere:

A) di 80 euro mensili per chi ha in ISEE superiore a 40 mila euro;

B) di 120 euro mensili per le famiglie con ISEE tra i 7 mila e i 40 mila euro;

C) di 160 euro mensili per famiglie con reddito ISEE inferiore ai 7 mila euro.

Entro quando fare domanda e quali altre agevolazioni si possono ottenere

L’INPS concede fino a 160 euro per 12 mesi ad alcune famiglie. Sulla base di queste quote, l’importo dell’assegno aumenta del 20% per ogni figlio successivo al primo.

Per ottenere il bonus bebè ciascuna famiglia deve inoltrare specifica richiesta all’INPS. La domanda va presentata entro 90 giorni dalla nascita o dall’ingresso del minore all’interno del nucleo familiare.

Oltre all’assegno di natalità, le famiglie possono ottenere anche un assegno di 800 euro dedicato alle neo mamme. Per sapere come richiedere questo ulteriore sussidio, si può consultare la pagina qui.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te