L’ingrediente segreto per pulire a fondo questa zona della cucina in cui si annidano spesso germi e batteri

La cucina è sicuramente uno degli ambienti più trafficati della casa. Non è solo il luogo dove si prepara e si consuma da mangiare, ma è anche uno spazio di aggregazione importante.

Per questo motivo, sono fondamentali una manutenzione e pulizia costanti degli elettrodomestici presenti in cucina. Anche perché alcuni di questi, soprattutto uno in particolare che vedremo tra poco, possono diventare pericolosi incubatori di microbi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Infatti, oggi sveleremo l’ingrediente segreto per pulire a fondo questa zona della cucina in cui si annidano spesso germi e batteri.

Un elettrodomestico che necessita di una pulizia profonda

Abbiamo visto quindi che è necessario garantire un certo ordine ed una certa pulizia in cucina. Infatti, essendo utilizzata ogni giorno da tutti, si sporca molto facilmente.
Il lavoro da fare è molto: va pulito il frigorifero, il forno, il piano cottura, le superfici dei tavoli e così via.

Eppure, questo è niente rispetto alla manutenzione che deve essere effettuata per la cappa!
Questo elettrodomestico, infatti, fondamentale per eliminare odori, fumi e sostanze inquinanti, accumula anche moltissima sporcizia.

Se i filtri della cappa non vengono puliti regolarmente, oltre a non funzionare più come dovrebbe, diventerà il perfetto habitat dei microbi.

Per questo motivo, la parte esterna deve essere pulita almeno una volta settimana, mentre la parti interne almeno una volta mese. Ora vediamo quindi qual è l’ingrediente segreto per pulire a fondo questa zona della cucina in cui si annidano spesso germi e batteri.

Come pulire la cappa della cucina in maniera impeccabile

Per effettuare una pulizia sia superficiale all’esterno della cappa, sia interna agendo sui filtri, si può usare un panno imbevuto di acqua calda ed aceto bianco.

Ma se, come spesso accade, il grasso e la sporcizia dovesse essere eccessivo, si devono utilizzare altri prodotti che si trovano facilmente in commercio.

L’ingrediente segreto che consigliamo di utilizzare, infatti, è un prodotto che è venduto sotto forma di pasta, a base di argilla ed altre materie prime vegetali.
I vantaggi sono che dura molto tempo e garantisce una pulizia efficace e senza graffi.

Il bicarbonato, che è spesso consigliato come panacea di tutti i mali, non è adatto allo scopo. Quest’ultimo infatti può aiutare, sì, ad eliminare gli odori ma non è adatto per pulire queste superfici perché rischia di creare graffi antiestetici.

È bene precisare che un ulteriore utilizzo di aceto, o limone, mischiati con il bicarbonato, sarebbe eccessivo ed inutile. Per le incrostazioni più difficili da eliminare, non c’è rimedio naturale che tenga e bisogna acquistare prodotti specifici.

Se i filtri sono troppo sporchi è bene meditarne anche la sostituzione, ne varrà della salute di tutti.

Consigliati per te