L’incredibile versatilità dell’acqua di menta dalla toilette personale alla cucina per un tocco di lieve freschezza  

L’acqua di menta è una preparazione semplice e versatile. Il suo utilizzo va dalla semplice bevanda dissetante, all’infuso per insaporire piatti particolari, come acqua di toilette domenicale. Scopriamo allora l’incredibile versatilità dell’acqua di menta dalla toilette personale alla cucina per un tocco di lieve freschezza.

La menta ha una lunga storia

La pianta di menta è conosciuta da millenni per le sue particolari proprietà. Gli antichi Egizi ne facevano un unguento per conservare le mummie. La menta che conosciamo noi, la menta piperita, fu formata in Inghilterra nel 1750. Ed è dalla metà del 1800 che nelle farmacie si vendeva l’acqua di menta nota per le sue proprietà digestive e tonificanti. Fu chiamata menta probabilmente perché stimola le capacità della mente (mentis).

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Preparare un’acqua di menta dissetante

Per preparare una bevanda fresca alla menta si metta a bollire dell’acqua e si versi in tazza con 5 foglie di menta essiccata per 10 minuti. Poi si lascia raffreddare togliendo le foglie e si aggiunge una scorzetta di limone. Si può zuccherare un poco per non perdere il gusto fresco da rinforzare con l’aggiunta di un paio di cubetti di ghiaccio.

L’incredibile versatilità dell’acqua di menta dalla toilette personale alla cucina per un tocco di lieve freschezza si può scoprire anche con l’acqua di menta per la cucina. La stessa preparazione si può utilizzare in cucina. Soprattutto nelle giornate calde se si vuol rendere un piatto più fresco, ecco il trucco che ci vuole. Prepariamo un risotto agli asparagi in cui utilizzeremo, oltre a un brodo vegetale più leggero senza patata, anche dell’acqua di menta per dargli una nota più fresca e più erbacea. Un risotto che non farà altro che esaltare le virtù dell’asparago.

La toilette domenicale della nonna

Anticamente la menta poteva rendere fresca la stessa acqua di lavaggio. Anche oggi si mettono le foglie di menta nell’acqua di un catino o della vasca da bagno la sera prima. Al mattino avremo il piacere di utilizzare un’acqua leggermente aromatica che può essere utilizzata come acqua di lavaggio con un detergente biologico.  Oppure dopo aver lavato il viso con il sapone, si può bagnarlo con acqua di menta. Ci darà subito un leggero senso di freschezza e un piccolo tocco rilassante per una domenica tutta da scoprire.

Ecco una semplice ricetta per preparare in casa un dado vegetale.

Consigliati per te