L’incredibile motivo per cui tutti stanno mettendo del basilico nell’acqua

Quando si sogna di avere sempre basilico pronto all’uso in cucina ma non si dispone di sufficiente spazio sarà necessario ingegnarsi.

Infatti, anche se nulla potrà mai sostituire una profumata piantina di basilico sarà possibile coltivare questa pianta aromatica anche in modo diverso.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Da diversi anni, infatti, sono disponibili metodi alternativi per coltivare il basilico in poco spazio.

Uno di questi metodi è la coltivazione in acqua, per riuscire nell’impresa sarà necessario un po’ di tempo e un piccolo investimento. L’incredibile motivo per cui tutti stanno mettendo del basilico nell’acqua.

Idroponica

L’idroponica è la coltivazione delle piante in acqua, senza utilizzare la terra. Sarà, quindi, l’acqua a svolgere un ruolo fondamentale nella crescita delle piantine.

Si tratta di una tecnica conosciuta sin dall’antichità ma portata alla ribalta in tempi recenti. È vista come un tipo di agricoltura moderna e innovativa.

Esistono due tipologie diverse di agricoltura idroponica a seconda dell’utilizzo o meno del substrato. Il substrato impiegato è una miscela di argilla espansa e sabbia, inumidito con acqua e sostanze nutritive. Invece, nel caso in cui non il substrato non è utilizzato, immergere le radici direttamente nella soluzione nutritiva.

Basilico

Per coltivare il basilico con questa tecnica sarà possibile scegliere un kit per l’idroponica domestica oppure costruirne uno da zero.

Per dare vita a una coltivazione di basilico sarà necessario avere a disposizione alcuni materiali.

Basteranno un barattolo di vetro, un cestino di plastica delle dimensioni del barattolo, substrato, palline di argilla, soluzione idroponica, lampada LED e una piantina di basilico.

Come barattolo di vetro sarà sufficiente utilizzarne uno grande di marmellate o conserve. Si tratta di quei barattoli con l’anello da utilizzare, in questo caso, privi di coperchio.

Come cestino di plastica, invece, potrà essere utilizzato uno di quelli della ricotta.

Come fare

Prendere il substrato e la pianta e sistemarlo nel cestino di plastica che poi andrà riempito di palline di argilla. A questo punto riempire metà barattolo con soluzione idroponica e inserirci all’interno il cestino con la pianta chiudendo, poi, tutto con l’anello.

Il basilico avrà bisogno di almeno quattordici ore di luce al giorno. Per questo motivo dovrà essere posizionato sotto una lampada LED o alla luce del sole.

La soluzione idroponica, ricca di calcio e magnesio, dovrà essere mantenuta tra i diciotto e i ventuno gradi e dovrà avere un pH medio.

Ecco svelato l’incredibile motivo per cui tutti stanno mettendo del basilico nell’acqua.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te