L’impennata di questo valore può creare un serio pericolo per i risparmi degli italiani che solo così possono mettere i soldi in salvo 

Nelle ultime turbolente sedute dei mercati azionari, in pochi si sono accorti di un fenomeno che sta attraversando il nostro mercato finanziario. Un fenomeno che se continuasse potrebbe diventare preoccupante e mettere in seri problemi i risparmi degli italiani. Da un paio di settimane lo spread, il differenziale di rendimento tra BTP e Bund, ha ripreso a salire con decisione. Questo indice ad inizio maggio era a 103 punti, ma a metà maggio, nella giornata del 17, è salito a 120 punti.

Sono due le domande che molti iniziano a farsi. La prima domanda riguarda il motivo dell’impennata di questo valore. La seconda domanda è se un rialzo dello spread può costituire un pericolo per le finanze italiane e per i nostri risparmi.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

L’impennata di questo valore può creare un serio pericolo per i risparmi degli italiani che solo così possono mettere i soldi in salvo

Il differenziale di rendimento tra titoli di Stato italiani e quelli tedeschi è salito a causa di due dati preoccupanti per l’Italia. Un dato è quello del debito pubblico, salito a marzo al nuovo record di 2.651 miliardi di euro. L’altro fattore è quello dell’inflazione, che in Europa sta rialzando la testa. Questi due fattori insieme per le nostre finanze sono un mix esplosivo. Un rialzo dell’inflazione porterà con un sé un inevitabile aumento dei tassi d’interesse. Tale aumento renderà più costoso per lo Stato finanziarsi sul mercato attraverso l’emissione di nuovi titoli obbligazionari.

L’aumento dello spread può costituire un pericolo per i risparmi degli italiani? Non se rimane a questi livelli, ma se dovesse continuare a salire, questo potrebbe portare a gravi conseguenze. Un’esperienza che l’Italia ha già vissuto tra l’autunno del 2011 e l’estate del 2012.

Per ora lo spread in rialzo è paragonabile a qualche linea di febbre. Nulla di preoccupante ma è un allarme che dovrebbe scattare anche per i risparmiatori. In caso di un ipotetico default i primi a capitolare sarebbero i titoli di Stato. È un evento molto improbabile, a cui si può porre un argine solo agendo preventivamente. Beni rifugio, come oro e gioielli, ed obbligazioni internazionali, sono una soluzione per proteggersi da questo rischio. L’impennata di questo valore può creare un serio pericolo per i risparmi degli italiani che solo così possono mettere i soldi in salvo. Per esempio questa obbligazione USA rende il doppio dei nostri titoli di Stato ed è uno tra gli investimenti più sicuri al mondo.

Consigliati per te