Liberiamoci per sempre delle punture di zanzara con un metodo naturale antico e infallibile che cura la pelle

Le zanzare cominciano a farsi sentire. Col primo caldo si risvegliano e ritornano con il loro ronzare fastidioso. Sebbene ancora addormentate, queste cominciano a pungere, procurandoci pruriti e ponfi rossi. Con i primi pranzi e cene all’aperto la situazione diventa insopportabile.

Ci siamo premurati di acquistare un antizanzare o stiamo provando metodi alternativi per allontanarle. Nonostante ciò, queste sembrano non sentire ragioni. Eppure c’è un ingrediente, molto amato in cucina, che non ci aspetteremo mai possa essere il migliore tra i repellenti. Dunque, liberiamoci per sempre delle punture di zanzara con un metodo naturale antico e infallibile che cura la pelle.

Erba aromatica sulla pelle

Ebbene, se ancora non si è capito di che erba aromatica stiamo parlando, eccone il nome. Si tratta del basilico, ocimum basilicum, appartenente alla famiglia delle lamiacee. È una delle erbe maggiormente presenti negli orti, nei balconi e nei giardini degli italiani. È un ingrediente fantastico per pietanze tradizionali e il pesto alla genovese è testimonianza.

Ma quasi sconosciuti sono gli usi alternativi del basilico. Infatti, molti erano in passato gli utilizzi curativi di questa pianta. La scoperta del basilico come repellente nasce perché, l’aroma che noi tanto amiamo non è poi così gradito agli insetti. L’olio estratto dal basilico pressato costituisce un odore sgradevole e repellente, soprattutto per le zanzare. Ecco perché giova al nostro intento.

Liberiamoci per sempre delle punture di zanzara con un metodo naturale antico e infallibile che cura la pelle

Ma come si usa il basilico contro le zanzare? È sufficiente avere a disposizione una piantina di basilico fresco nelle nostre case. Di questi tempi, acquistarla a pochi euro al supermercato è facile. Si può procedere in due modi: o sfregando il basilico fresco direttamente sulla pelle esposta, oppure creare uno spray repellente.

Per lo spray serviranno 20ml di alcol etilico, 90ml di acqua distillata, una tazza di foglie di basilico e qualche goccia di olio di lavanda. Tutte le sostanze andranno messe insieme e lasciate macerare. Il liquido andrà poi travasato in un contenitore spray. Può essere utilizzato direttamente sulla pelle o vaporizzato nell’aria.

Il basilico è ottimo anche come dopo puntura. Si sfrega una fogliolina sul ponfo per un sollievo immediato e una piacevole sensazione di fresco.

Consigliati per te