Liberi professionisti stanno facendo un buco nelle pensioni

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Le Casse private hanno lanciato l’allarme. I liberi professionisti stanno facendo un buco nelle pensioni. Ma di cosa stiamo parlando? La voragine è di 4,6 miliardi di euro. I professionisti non versano i contributi come per Legge e con le proprie mani mettono a rischio la pensione. Inoltre, si aggiunge la crisi dell’emergenza sanitaria.

Infatti, i liberi professionisti stanno guadagnando molto meno e questo comporta meno contributi da versare alla propria cassa di competenza. Non facciamo, però, di tutta l’erba un fascio. Non tutti i liberi professionisti sono uguali. La situazione cambia da professione a professione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

I professionisti in e out

I notai sono professionisti che non hanno pendenze con la propria cassa privata di previdenza. I peggiori sono i geometri che hanno un debito verso la Cassa di oltre un miliardo di euro. Purtroppo, i liberi professionisti che gravitano intorno al mondo dell’edilizia hanno serie problemi. Lo stesso vale per architetti e ingegneri, con una morosità di 918 milioni nei confronti di Inarcassa.

La situazione delle casse private

Gli enti di previdenza hanno difficoltà a gestire la situazione corrente, i flussi di cassa diminuiscono giorno dopo giorno. Per mettere una pezza, in questi giorni stanno partendo le lettere per richiedere quanto dovuto. E’ il caso della cassa dei ragionieri che ha emesso 5mila decreti ingiuntivi nei confronti dei propri iscritti. Le casse private che non ha la forza di fare il recupero da soli hanno stipulato una convenzione con l’Agenzia delle Entrate.

Recuperare risorse

Con l’attuale contesto storico, le Casse private hanno difficoltà a recuperare gli arretrati. Gli iscritti lamentano mancanza di liquidità a causa di mancati incassi. La pandemia, purtroppo, peggiorerà la situazione. Gli istituti di previdenza privati stanno mettendo in atto una strategia di piani dedicati di rateizzazione dei debiti. L’idea è di rateizzare tutti i debiti su un periodo più lungo. Purtroppo, questi soldi, servono per tenere in vita le casse private ma anche per assicurare la pensione in futuro. Diversamente i liberi professionisti stanno facendo un buco nelle pensioni.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te