Li mangiamo spesso a pranzo ma non dovremmo perché questi 3 insospettabili cibi fanno venire sonno

In gergo comune tutti lo chiamano “abbiocco”. Si tratta della classica sonnolenza che ci assale subito dopo pranzo. Quella incontenibile voglia di chiudere gli occhi e fare il sonnellino. Una condizione che peggiora soprattutto in estate a causa del caldo.

In ferie possiamo anche permetterci di fare la pennichella, ma per la maggior parte dell’anno dobbiamo essere pronti e scattanti per rientrare in ufficio super efficienti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Le cause

Scartate cause patologiche come l’ipotiroidismo o il diabete, in genere è quello che mangiamo a provocarci la sonnolenza postprandiale. Molti alimenti infatti contengono triptofano, un amminoacido che induce alla sonnolenza.

Ecco alcuni casi specifici.

Li mangiamo spesso a pranzo ma non dovremmo perché questi 3 insospettabili cibi fanno venire sonno

Riso bianco

Da uno studio condotto in Giappone, presso la Kanazawa Medical University, poi pubblicato su “Plos One”, emerge che il riso bianco è un cibo altamente tranquillizzante.

Il motivo è da ricondurre al suo elevato indice glicemico che va ad enfatizzare l’effetto del triptofano.

Se proprio ne siamo ghiotti e non riusciamo a rinunciare ad un cremoso risotto o ad una fresca insalata di riso, meglio preferire il riso integrale oppure il riso Venere (quello nero). Quest’ultimo si presta anche per le classiche insalate di riso estive. In questo articolo, ecco una ricetta raffinata.

 Formaggi e latticini

Come si evince dall’autorevole sito della FondazioneVeronesi, anche il latte e formaggi hanno un “effetto sedativo”. Ottime fonti di calcio e ,quindi, utilissimi per la salute delle ossa, anche il latte, i formaggi e tutti i suoi derivati (come lo yogurt) contengono triptofano. Nutriente che, grazie alla presenza del calcio, viene assimilato con grande rapidità dall’organismo.

Attenzione soprattutto ai formaggi stagionati, tipo grana e pecorino. Contenendo maggiori quantità di calcio, fanno avvertire ancora più il sonno.

Se proprio non riusciamo a resistere ad una porzione di formaggio, meglio optare per quelli più magri tipo ricotta, crescenza, mozzarella e primosale. A questo link qualche idea dei contorni da abbinarci.

E per finire il pane bianco

Discorso simile a quello fatto per il riso. I carboidrati contenuti in rosette, ciabattine e baguette fanno impennare i livelli di glucosio. Quando poi questi, col passare del tempo, iniziano a diminuire, immediatamente si avverte un senso di spossatezza che ci induce a chiudere gli occhi. Pertanto, sarà meglio preferire di gran lunga il pane integrale o con i cereali: sono anche più saporiti e saziano di più.

Dunque li mangiamo spesso a pranzo ma non dovremmo perché questi 3 insospettabili cibi fanno venire sonno.
Meglio preferirli a cena soprattutto se soffriamo di insonnia. In questo modo, allora, potranno venirci in aiuto.

Indipendentemente dagli alimenti, resta sempre valida la regola di fare un pasto leggero e bere molto, ovviamente acqua.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te