L’EuroDollaro vicino a una svolta epocale. I livelli chiave da monitorare

Settimana scorsa scrivevamo (EuroDollaro: il rialzo continua, ma attenzione alle figure classiche dell’AT e al loro potenziale ribassista. Ci aspetta una settimana decisiva)

La settimana appena conclusasi ha visto le quotazioni continuare nel loro rialzo, ma senza andare oltre il massimo segnato a settembre 2017 in area 1.21. Il massimo della settimana, infatti, è stato solo 4 pips inferiore a quello precedente del 2017.

Settimana prossima, quindi, tutti i nodi verranno al pettine: o si rompono i massimi del 2017 e si prosegue verso gli obiettivi indicati in figura oppure il doppio massimo provocherà una discesa delle quotazioni con una massima estensione prevista in area 1.04.

La forza dei rialzisti ha avuto la meglio e le quotazioni sono scattate al rialzo  rompendo l’ultima resistenza prima del II° obiettivo naturale in area 1.2525. Tutto sembra, quindi, puntare verso la continuazione del rialzo con gli obiettivi indicati in figura. Tuttavia il livello chiave da monitorare è il supporto in area 1.2109.

La partita vera, però, si sta giocando sul time frame mensile (l’articolo prosegue dopo il grafico).

Sul time frame mensile le quotazioni hanno praticamente raggiunto l’obiettivo in area 1.2288 dove si decideranno le sorti di lungo periodo del cambio EURUSD.

La rottura del livello indicato, infatti, aprirebbe a una prosecuzione del rialzo con prossimo obiettivo in area 1.4.

La chiusura di Gennaio, quindi, ha un’importanza fondamentale per capire come si svilupperà il 2018 per il cambio EuroDollaro.

L’EuroDollaro vicino a una svolta epocale. I livelli chiave da monitorare ultima modifica: 2018-01-13T09:49:38+00:00 da Dott. Thomas
InvestingNapoli
InvestingNapoli

Scarica il report gratuito!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il report di 86 pagine con l'outlook per il 2018

La tua privacy è tutelata al 100% secondo il D.L. 196/2003.
In qualsiasi momento potrai cancellarti dalla lista.