L’errore che rovina il caffè e la moka

L’acqua dei nostri comuni è una delle migliori d’Europa. Questo dicono le statistiche internazionali. Però, in molti casi, è molto calcarea. E, il calcare è l’errore che rovina il caffè e la moka in molti casi. Rovinare il caffè a noi italiani, equivale a rovinarci pasta e pizza. Quindi non s’ha da fare. Come il famoso matrimonio di Renzo e Lucia. La regola d’oro sarebbe questa: preparare il caffè con l’acqua che beviamo a tavola. Ovviamente se beviamo acqua calcarea, anche il caffè ne risente. Vediamo come assieme ai nostri Esperti della Redazione.

Perché il calcare rovina il caffè

Sia la miscela che la moka risentono della presenza eccessiva di calcare nell’acqua. Ne risentono infatti: il sapore del caffè, ma anche la pressione con la quale sale nella moka. Aspetti che dovremmo assolutamente considerare quando ci prepariamo il caffè. L’ideale, quindi sarebbe filtrare l’acqua con un dispositivo anticalcare, o, utilizzare l’acqua naturale in bottiglia di qualche fonte senza depositi. E, ricordiamo sempre di non superare il livello della valvola con l’acqua della preparazione.

Il calcare rovina anche la moka

L’errore che rovina il caffè e la moka è dunque quello di sottovalutare il contributo calcareo in questa semplice preparazione. Visto quindi come comportarsi con la miscela, vediamo però perché il calcare rovina anche la macchinetta. Il calcare, così come i fondi, rappresentano quei depositi che dovremo rimuovere sempre per garantirci un buon caffè. Ma anche la corretta gestione della moka. Andremo quindi a pulire per bene il filtro, utilizzando sia acqua calda, che aceto bianco. Almeno una volta al mese, ricordiamoci di smontare tutti i pezzi e lasciarli in ammollo in acqua calda per un’oretta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Via il calcare dagli utensili di casa

Visto cos’è che può causare un caffè di cattiva qualità, ovvero il calcare, diamo un’occhiata anche a come rimuoverlo da alcuni utensili di casa. Se L’acqua comunale è particolarmente ricca di calcare, lo potremo vedere quotidianamente sulle stoviglie. Per rimuovere questi depositi, basterà semplicemente mettere tutto in ammollo con l’aceto bianco, lasciando riposare per una notte intera. A

llo stesso modo, potremmo fare con la rubinetteria dei bagni e il calcare che si deposita sui cosiddetti “rompigetto”, i cilindri dei rubinetti. Svitiamoli tutti e immergiamoli nell’aceto bianco, rimuovendo l’eventuale calcare rimasto con un vecchio spazzolino da denti. Rimandiamo alla lettura di approfondimento sul detergente universale per la nostra casa.

Approfondimento

Il detergente universale per tutte le superfici di casa

Consigliati per te