Leonardo resiste grazie agli ordini israeliani

Leonardo  (LDO)  ha chiuso la seduta del 22 novembre in rialzo dello 0,12% a quota 8,258€ tra i pochi titoli a resistere alle vendite.

Per i dati trimestrali si rimanda all’articolo  Leonardo vittima del news flow, leggi tutto.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Leonardo in controtendenza, si scommette su nuovi ordini da Israele (fonte IlSole24Ore)

Il titolo è in controtendenza a Piazza Affari, sull’ipotesi che stiano per essere siglati nuovi contratti con Israele.
Mediobanca raccomanda un ‘Outperform’ sulle azioni, indicando un prezzo obiettivo a 14 euro, livello quasi doppio rispetto alle attuali quotazioni. Gli esperti di Piazzetta Cuccia ritengono che le azioni di Leonardo siano sottovalutate rispetto ai concorrenti, fino al 50% su alcuni multipli.

Ma oggi ad accendere i riflettori sulle Leonardo sono anche le indiscrezioni raccolte da La Stampa in base alle quali la società aerospaziale potrebbe siglare nuove intese con Israele. Domani è in agenda l’incontro tra il segretario della Difesa israeliano e l’omologo italiano per accelerare i tempi di un progetto che riguarda la realizzazione di un nuovo simulatore con tecnologia israeliana e che verrà messo a disposizione dell’aeronautica israeliana. L’incontro, in base alle indiscrezioni di stampa, potrebbe portare nuovi ordini per la divisione elicotteri, per un valore di circa un miliardo di euro, anche se in cambio dell’acquisto di sistemi radar israeliani.
«Se per Leonardo arriveranno nuovi contratti, sarebbe positivo e rafforzerebbe la nostra visione sulla società, che già scommette sulla ripresa dell’azienda e in particolare sulla divisione elicotteri», hanno commentato gli analisti di Mediobanca.

Analisi tecnica di Proiezionidiborsa

Su Leonardo è in corso una proiezione ribassista che con la seduta del 15 novembre ha rotto al ribasso il sostegno fornito dal II° obiettivo di prezzo. A questo punto le quotazioni hanno campo libero fino al III° obiettivo di prezzo (limite invalicabile) in area 7,6€, dove il ribasso dovrebbe trovare una pausa.

Solo il recupero in chiusura giornaliera di area 8,7103€ metterebbe in crisi lo scenario ribassista.

Niente da aggiungere, se non che il 22 novembre il titolo ha segnato il minimo  a partire dal 27 giugno 2018.

Leonardo: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero

Leonardo: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te