Legge 104 concessa in busta paga se subentra la malattia si perde il beneficio?

La Legge 104 predispone molti benefici per i lavoratori invalidi e i lavoratori che assistono il familiare (caregiver). Per godere dei benefici bisogna avere determinati requisiti e i dubbi non mancano dagli aventi diritto. Gli Esperti di ProiezionidiBorsa hanno risposto a vari quesiti posti dai Lettori, ad esempio: con Legge 104 due anni gratuiti in busta paga per assistere il familiare. Oppure, come passare i permessi o il congedo Legge 104 ad un altro familiare.

La domanda che esaminiamo oggi è la seguente: Legge 104 concessa in busta paga se subentra la malattia si perde il beneficio? Il caso riguarda un Lettore che assiste il familiare con handicap grave e ha richiesto il congedo straordinario Legge 151 di due anni.

Il Lettore chiede se nel caso di malattia può inviare il certificato medico all’azienda e sospendere il congedo.

Legge 104 concessa in busta paga se subentra la malattia si perde il beneficio?

Il congedo straordinario Legge 151/2001 ha una durata di due anni e si può chiedere una sola volta in tutta la vita lavorativa. Può essere anche frazionato in giorni. Inoltre, non si può interrompere nel periodo di fruizione.

L’interruzione è ammessa solo per gli eventi di maternità e malattia. Solo in questi casi il lavoratore può sospendere il congedo.

Bisogna precisare che l’interruzione non è automatica ma deve essere il lavoratore ad optare per l’interruzione.

Per poter fruire del restante periodo di congedo di due anni retribuito, bisogna ripresentare domanda all’INPS. Inoltre, bisogna consegnare copia al datore di lavoro.

Un altro aspetto da considerare, come precisa la circolare INPS n. 54 del 15 marzo 2001, è la mancata indennità di malattia. Nello specifico il lavoratore che interrompe il congedo straordinario per malattia, non riceve l’indennità INPS se sono trascorsi più di sessanta giorni dalla sospensione del rapporto di lavoro. Ebbene chiarire, che la circolare INPS precisa  questo aspetto per i lavoratori del settore privato.

Consigliati per te