Le tre lezioni migliori del fondatore della Nike

Quali sono le tre lezioni migliori del fondatore della Nike dalle quali possiamo imparare qualcosa? Un libro può insegnare le regole fondamentali del successo?
Con “l’arte della vittoria” di Phil Knight la risposta è senza ombra di dubbio sì. In questa meravigliosa autobiografia, tradotta in molte lingue, si possono trovare molte riflessioni del fondatore di Nike. Trarne insegnamenti per affrontare la vita, anche quella lavorativa, ed anche come gestire gli insuccessi.

La perseveranza e la collaborazione sono alla base del successo

Per poter arrivare ad avere successo ci sono delle regole imprescindibili secondo questo libro, e se ci riflettiamo bene sicuramente troveremo anche dei personali riscontri per definirle delle realtà.
Il perseverare è un punto davvero importante da sottolineare. Chi è alla ricerca nella propria vita di successo sicuramente deve per raggiungere l’obbiettivo, che sia sul lavoro o nel personale, non arrendersi mai. Soprattutto se si parla di ricchezza monetaria esiste un’altra regola fondamentale che è quella di collaborare. Il successo è frutto di buone idee. Ed è proprio ascoltando anche quelle di altri con i loro pareri che si riesce a creare qualcosa di grande.
In sunto Phil Knight dice proprio che non dà a sé la chiave del successo ma il merito è della collaborazione con valide persone che hanno avuto grandi idee.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Il fondatore di Nike ci spinge a credere in ciò che facciamo

Esiste un detto che dice di amare ciò che si fa e non si lavorerà mai un giorno nella vita. Non esiste frase più veritiera, e Phil Knight aggiunge un tassello in più molto importante in questo libro. Racconta come si sia spesso chiesto il perché, rispetto ad altri lavori fatti nella sua vita, tra i molti fallimenti sul lavoro proprio con le scarpe sia nato il suo successo. La risposta che si è dato deve far riflettere ognuno di noi, perché ha compreso che tutto nasceva dal fatto che lui credeva fermamente nella corsa e nello sport. Amava pensare che tutte le persone avrebbero dovuto indossare le scarpe per stare meglio e quindi la sua era una specie di missione.

Dai fallimenti nascono possibili successi

Il fondatore di Nike spiega quanto spesso ci si trovi ad aver paura dei fallimenti, soprattutto nel momento in cui si cerca di avere successo con un’attività. Il primo pensiero che passa per la testa di una persona è come affrontare un possibile insuccesso.
La soluzione è quella di dare una visione differente ad un fallimento. Si deve guardare quanti insegnamenti possono nascere, trovando la chiave dell’errore e trasformarlo in un futuro successo.

Oltre le tre lezioni migliori del fondatore della Nike che abbiamo riportato, tanti altri sono gli spunti per sviluppare una visione positiva ed intraprendente del successo in questo libro.

Consigliati per te