Le sanzioni alla Russia mettono KO le azioni Maire Tecnimont che fanno la peggiore performance di Piazza Affari nella settimana del 20 febbraio

I dati relativi al 2021 sono stati per Maire Tecnimont molto buoni.  La società, infatti, ha registrato ricavi in crescita dell’8,9%, a quota 2.864,8 milioni di euro. L’Ebitda è di 172,7 milioni di euro (+0,9%). L’utile netto consolidato, invece, è stato pari a 80,5 milioni di euro, in crescita del 48,5% rispetto al precedente esercizio. Tutto ciò, però, non basta. Infatti, le sanzioni alla Russia mettono KO le azioni Maire Tecnimont che fanno la peggiore performance di Piazza Affari nella settimana del 20 febbraio perdendo oltre il 20%.

Perché questa forte correlazione tra la crisi russo-ucraina e l’andamento di Maire Tecnimont?

Il problema è legato al fatto che ad oggi il 17% del portafoglio complessivo del portafoglio ordini del gruppo per circa 1,5 miliardi di euro si riferisce alla Russia.

Ci sono, però, due dati importanti comunicati dalla società e che vanno riportati

  1. la composizione e la diversificazione geografica del portafoglio ordini già in atto, unita alla consistente pipeline di iniziative commerciali in tutte le geografie, conferma il già avvenuto ribilanciamento del portafoglio ordini tra la Russia ed il resto del mondo;

  2. con riferimento al quadro evolutivo dellesanzioni internazionali attualmente allo studio, il gruppo ha già gestito in passato l’applicazione di regimi sanzionatori sia per gli aspetti logistico operativi, sia per gli aspetti legati alle transazioni finanziarie.

Vedremo come reagiranno i mercati nell prossime sedute.

Secondo gli analisti che coprono il titolo il consenso medio è accumulare con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 48% circa.

Le sanzioni alla Russia mettono KO le azioni Maire Tecnimont che fanno la peggiore performance di Piazza Affari nella settimana del 20 febbraio: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo Maire Tecnimont (MIL:MT) ha chiuso la seduta del 25 febbraio a quota 3,12 euro in ribasso del 10,70% rispetto alla chiusura precedente.

Time frame settimanale

La tendenza in corso è ribassista e punta al III obiettivo di prezzo in area 3,016 euro. Su questo livello, massima estensione al ribasso, dovrebbero tornare prepotenti i compratori. In questo caso potrebbe svilupparsi una proiezione rialzista la cui massima estensione (stima preliminare) si trova oltre area 6  euro. Una conferma in tal senso si avrebbe con una chiusura settimanale superiore a 3,5 euro.

maire tecnimont

 

Approfondimento

E se nelle prossime sedute il Ftse Mib Future andasse a toccare livelli che non vede dal 2008? Nonostante la crisi in Ucraina quota 30.000 non è così lontana

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te