Le regole migliori per scegliere bene un cane, che sia la prima volta o che si cerchi una razza poco impegnativa

cane

Sono tante le razze di cane che esistono e quando si cerca un cucciolo da portare in casa, si resta disorientati. Esistono diversi tipi di cane, ognuno adatto a un certo stile di vita e con un carattere specifico. Meglio non fare errori e leggere qualche informazione generale per farsi un’idea dei vantaggi e degli svantaggi delle razze più comuni.

Quando si sceglie un cane per la prima volta, bisognerebbe porsi alcune domande. Se si ha del tempo a disposizione per prendersene cura. Se si vive da soli, oppure se si hanno dei bambini. Inoltre i desideri personali sono diversi, ma certamente il cane non è un oggetto. Ha le sue esigenze e predisposizioni, che bisognerebbe sapere e rispettare. Meglio, allora, conoscere le regole migliori per scegliere bene il cane.

Conoscere le razze

I cani si raggruppano secondo le loro attitudini, quelle sviluppatesi nel lavoro con l’uomo. Ci sono i cani pastore, da guardia, da caccia, i primitivi, da compagnia ecc. Vediamo qualche categoria più diffusa.

Il cane pastore in genere è un cane da lavoro duro. Spende una quantità enorme di energia appresso al gregge. È d’altra parte un cane fedelissimo al suo padrone. Tuttavia, non è adatto a chi non ha tempo da dedicargli per farlo uscire e correre. Tra i cani pastore abbiamo il Pastore tedesco, il Pastore scozzese, il Maremmano, il Pastore della Sila ecc.

Un’altra tipologia di cane sono quelli da guardia. Sono dei cani a cui non sfugge nulla, e molto rapidi nell’agire sulle brevi distanze. Fanno attenzione a ciò che passa nel loro territorio, soprattutto gli estranei. Non vanno, però, lasciati soli in giardino e hanno bisogno delle coccole del loro padrone. Alcune razze non sono semplici da capire. Tra i cani da guardia c’è il Dobermann, il Rottweiler, il Boxer, il Mastino napoletano ecc.

Le regole migliori per scegliere bene un cane, che sia la prima volta o che si cerchi  una razza poco impegnativa

Altra categoria sono i cani da caccia. A parte quelli addestrati a stanare le prede come i Terrier, gli altri sono poco abituati a utilizzare i denti per mordere. Il Pointer e il Cocker Spaniel Inglese abbaiano poco, al contrario il Segugio Italiano si fa sentire. Il Labrador e Golden Retriever sono docili e affettuosi, ottimi per chi ha bambini. Però se vedono un uccello o pennuto abbaiano, essendo cani da riporto per la caccia agli uccelli. I cani da caccia non sono cani da salotto e hanno bisogno anche loro di muoversi.

Ci sono poi i cani da compagnia, si può dire adatti a chi ama la casa. I più comuni sono il Carlino e il Chihuahua, ma anche il Bulldog francese, il Barboncino, il Golden retriever e altri. Questi ultimi due non sono nati per la compagnia perché cani attivi e con un passato da caccia. Il loro carattere, però, gli permette di adattarsi a queste circostanze.

La scelta di un cane non è da fare alla leggera, ma può regalare momenti di vita intensi.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te