blank

Le regole e i limiti delle donazioni con Paypal

Una serie di questioni si possono porre quando si adoperano strumenti di pagamento elettronici e, in particolare, il conto corrente PayPal. Il primo quesito che occorre porsi è se il beneficiario ha l’obbligo di riportare, nel 730 o nel modello Unico, gli importi ricevuti in donazione. Ciò, ovviamente, ai fini fiscali. In altri termini, si ci chiede:  . quali siano le regole e i limiti delle donazioni con Paypal. La questione si pone soprattutto perché, essendo PayPal una piattaforma straniera, l’indicazione della avvenuta donazione, implicherebbe la dichiarazione del conto corrente estero.

Le regole e i limiti delle donazioni con Paypal. In quali casi di donazione si pagano le tasse

A prescindere dallo strumento di pagamento utilizzato, le donazioni sono somme imponibili, pertanto su di esse si pagano le tasse. Ma ciò succede solo a partire da determinati importi particolarmente elevati. Ci sono, infatti, casi in cui non si deve versare l’imposta sulle donazioni. Ciò accade nelle seguenti ipotesi:

1) donazioni tra coniugi o tra ascendenti e discendenti (nonni, genitori, nipoti) fino a 1 milione di euro. Superata tale soglia l’imposta è pari al 4% del valore della donazione eccedente il milione;

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

2) donazioni tra fratelli e sorelle fino a 100mila euro. Superata tale soglia l’imposta è pari al 4%;

3) donazioni tra altri soggetti solo se la donazione è di modico valore. Superata tale soglia, le imposte sono le seguenti:

a) altri parenti fino al 4° grado, affini in linea retta ed affini in linea collaterale fino al terzo grado l’imposta è del 6%;

b) altri soggetti (quindi non legati da alcun vincolo di parentela): l’imposta è dell’8%. Ne deriva che anche per le donazioni PayPal non si pagano tasse e non vanno quindi dichiarate, se di modico valore. Si ci chiede, però, quando la donazione sia di modico valore. Il codice civile, al riguardo, fa riferimento a tutte quelle per le quali non si deve andare dal notaio per l’esiguità dell’importo.

Il conto corrente PayPal va dichiarato?

Dopo aver chiarito in caso di donazioni con Paypal o altri strumenti di pagamento, quali siano le regole e i limiti, passiamo ora a considerare se detto conto elettronico va dichiarato. In proposito va detto che i guadagni accreditati sul conto corrente PayPal, frutto di prestazioni a titolo oneroso vanno sempre dichiarati all’Agenzia delle Entrate. Tuttavia, è importante sapere che il conto corrente PayPal non viene considerato come un conto estero ma come una semplice piattaforma online di trasferimento di denaro. Pertanto, anche se PayPal opera come un conto corrente, giuridicamente non è qualificabile come tale. Per cui, non va fatta alcuna dichiarazione specifica al Fisco se non, appunto, l’indicazione dei proventi come fonte di reddito. Non sussistono, per il resto, ulteriori adempimenti.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.