Le ragioni per cui bisogna istallare una caldaia a condensazione e non altre

Esistono due direttive comunitarie in virtù delle quali, a partire dal 26 settembre 2015, è vietato immettere sul mercato caldaie tradizionali. In particolare, ci si riferisce a quelle a camera stagna. La normativa introduce, inoltre, l’obbligo di applicare alle caldaie l’etichettatura energetica dell’impianto e dei suoi componenti. Il tutto, similmente a quanto accade per gli elettrodomestici, che presentano la sigla della classe di appartenenza. Tuttavia, le direttive non chiariscono se sia obbligatorio cambiare la caldaia dopo un certo periodo di tempo.

Quindi, per assurdo, si potrebbe decidere di cambiare l’attuale caldaia tradizionale a camera stagna con un’altra identica. L’importante è che essa sia stata fabbricata e messa in commercio prima del 25 settembre 2015. Ciò, per mantenersi nel formale rispetto della legge. Tuttavia, optare per una caldaia a condensazione è molto più conveniente. Quindi, in questa sede, spiegheremo le ragioni per cui bisogna istallare una caldaia a condensazione e non altre.

Le ragioni per cui bisogna istallare una caldaia a condensazione e non altre

In materia, possono intervenire ad imporre decisioni anche le leggi regionali. Si pensi che la Regione Lombardia, ha stabilito che le caldaie con più di 15 anni devono rispondere a certi standard. In particolare, per esse, l’efficienza globale media stagionale dell’impianto termico centralizzato, deve essere superiore ad un valore prestabilito. Quest’ultimo viene fissato il 31 luglio di ogni stagione successiva. In caso contrario, è obbligatorio sostituire la caldaia. Tuttavia, a parte ciò, le ragioni che dovrebbero indurci a sostituire la caldaia sono principalmente di carattere economico. Infatti, una vecchia caldaia perde efficienza nel tempo, aumentando il consumo di gas di circa il 30%.

Il parametro di riferimento, in questo caso, è, appunto, una caldaia a condensazione. Inoltre, poiché la caldaia è vecchia, è più soggetta a guasti e quindi dovremo chiamare più frequentemente il tecnico. Essa, infatti, ha bisogno di una maggiore manutenzione. Infine, abbiamo la questione legata alla sicurezza. Ciò in quanto un apparecchio usurato può rilasciare più facilmente perdite di gas o esalazioni di monossido di carbonio.

Perchè la caldaia a condensazione conviene di più

Ebbene, la prima parola d’ordine è il risparmio, principale vantaggio delle caldaie a condensazione rispetto a quelle tradizionali. Questo risparmio viene garantito dal minore consumo che, però, si accompagna anche ad un maggiore rendimento. Non si dimentichi, inoltre, che la sostituzione dell’impianto di riscaldamento con una caldaia a condensazione è uno degli interventi trainanti. Di conseguenza per cambiare la caldaia avremo diritto ad avvalerci del Superbonus del 110%.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te