Le ragioni che possono far impoverire una pensione

In futuro quello della pensione sarà un problema per molte persone. Gli assegni, già pericolosamente bassi, rischiano di esserlo ancora di più. Quali sono le ragioni che possono far impoverire una pensione?

Le pensioni stanno diventando sempre di più un rebus. Infatti la carriera lavorativa spesso precaria, non permette di crearsi una pensione che permetta di mantenere lo stesso tenore di vita finora adottato. Resta perciò prioritaria la necessità di creare un portafoglio dividendi per godere, se non altro, di entrate extra durante la propria vecchiaia. Si tratta, a questo punto, di una vera e propria ancora di salvezza di fronte agli imprevisti che accadono e che impoveriscono una pensione.

Le ragioni che possono far impoverire una pensione?

La previdenza sociale può essere una fonte di reddito estremamente utile ma in futuro rappresenterà un’entrata minima dopo, forse, una vita lavorativa discontinua e precaria. Tra le ragioni che possono far impoverire una pensione si aggiungano anche fattori, fondamentalmente positivi, come l’allungamento delle aspettative di vita. In Italia si superano abbondantemente gli 80 anni in media. Molti dei quali caratterizzati da una salute buona. Cosa significa questo? Che allo stato attuale dei fatti, si potrà vivere tanto, e bene. Il problema? Il rischio di non avere soldi. E la necessità di investire quelli risparmiati per crearsi una rendita con un fondo pensione. Qualche idea? Ovviamente investire in dividendi sostenibili è il primo passo. Anche perché si dovrà, come detto, ragionare su un orizzonte di lungo periodo.

I dividendi italiani

Chi vuole attuare una strategia di investimento di questo tipo può scegliere non solo titoli statunitensi, spesso ritenuti non a torto vere e proprie istituzioni della cedola, ma anche dividendi italiani. Qualche nome può essere Intesa Sanpaolo con il suo dividend yield del 8,4% o Azimut (MIL:AZM)  col 1,79%. Senza contare Eni che con il suo 7% di rendimento nell’esercizio 2020 (a novembre 2019 è stato distribuito comunque un acconto) e il 7,2% nel 2021 rientra anche tra i titoli da comprare secondo i consigli degli analisti di Ubs. Calcolare bene le prospettive è essenziale. Infatti chi va in pensione intorno ai 65-67 anni potrà calcolare una ventina di anni di pensione. Il che implica un piano di investimento costruito nel tempo.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.