Le prime sedute della settima ci diranno se è finalmente tornato il momento di investire in oro

Dopo i massimi in area 2.050 dollari raggiunti a marzo 2022, è iniziata una fase ribassista che settimana scorsa ha dato i primi segnali di stanchezza. Questo andamento è in contrasto con alcune importanti indicazioni macro di cui abbiamo ampiamente parlato nelle settimane precedenti.

Per capire il livello di incertezza basti pensare che, dopo il forte rialzo della settimana del 16 maggio, le due settimane successive sono state praticamente di transizione con le quotazioni ferme sugli stessi livelli. A questo punto le prime sedute della settima ci diranno se è finalmente tornato il momento di investire in oro.

Prima di passare all’analisi grafica, una nota statistica. A giugno, poi, la probabilità che il mese sia positivo per l’oro è solo del 42%. Questo non vuol dire che il mese in corso sarà negativo per l’oro. Sicuramente, però, la Storia ci mette in guardia da possibili ulteriori discese.

oro

Le prime sedute della settima ci diranno se è finalmente tornato il momento di investire in oro: le indicazioni dell’analisi grafica

L’oro (prezzo in tempo reale) ha chiuso la seduta del 3 giugno in ribasso dell’1,13% rispetto alla seduta precedente, a quota 1.850,2 dollari. La settimana, invece, si è chiusa con un ribasso dello 0,06%.

Time frame giornaliero

La tendenza in corso è rialzista, ma da metà maggio le quotazioni si stanno muovendo all’interno del trading range 1.846 dollari – 1.869 dollari. A questo punto solo la rottura di uno dei due livelli indicati potrebbe dare direzionalità alle quotazioni.

Al rialzo, secondo lo scenario in corso, l’obiettivo più probabile potrebbe essere localizzato in area 1.907 dollari. La massima estensione rialzista, invece, si potrebbe collocare in area 1.968 dollari.

Qualora, invece, si dovesse andare al ribasso, sarebbe molto probabile un ritorno delle quotazioni in area 1.800 dollari.

oro

Time frame settimanale

Niente da aggiungere a quanto scrivevamo settimana scorsa

Movimento da manuale per l’oro sul time frame settimanale. Dopo avere rotto al ribasso il supporto in area 1.825,8 dollari, le quotazioni hanno immediatamente recuperato e confermato il recupero alla fine della settimana appena conclusasi. Lo scenario mostrato con la linea tratteggiata, quindi, è diventato molto più probabile. Un’ulteriore conferma in tal senso si avrebbe con una chiusura settimanale superiore a 1.910 dollari. In questo caso l’obiettivo più probabile si potrebbe andare a collocare in area 2.110 dollari. Gli obiettivi successivi, invece, sono quelli indicati nel riquadro rosso.

Una chiusura settimanale inferiore a 1.825,8 dollari farebbe nuovamente tornare al ribasso la tendenza in corso.

oro

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te