Le previsioni per il 2021 dal punto di vista di consumi, investimenti e risparmi

Dopo la pandemia scoppiata nel 2020 cosa ci aspetta nell’imminente nuovo anno? Crif e Sda Bocconi hanno fatto uno studio congiunto mettendo sotto i riflettori svariati dati statistici ed economici. Vediamo le previsioni per il 2021 dal punto di vista di consumi, investimenti e risparmi. Il coronavirus ha generato impatti sui comportamenti sociali ed economici.

Le richieste di credito

Nella prima fase del coronavirus, la domanda di credito ha perso una rilevante quota di volumi rispetto ad un andamento no Covid-19. Perciò vediamo nello specifico, con l’aiuto degli Esperti economici, gli scostamenti tra i valori della domanda di credito realmente registrati e quelli attesi.

I prestiti finalizzati sotto i 5mila euro hanno rallentato tra marzo e maggio 2020 con successivi tassi di crescita elevati nel quinto mese dell’anno. Invece, i prestiti personali hanno visto una diminuzione meno marcata. Parallelamente, i tassi di crescita sono stati più contenuti dopo maggio. Focalizzando l’attenzione sui mutui ipotecari, marzo 2020 ha segnato una flessione mentre la domanda è salita nel mese successivo.

Da questo quadro 2020, Crif e Sda Bocconi hanno tentato di fare previsioni per il primo trimestre 2021. Purtroppo, l’impresa è davvero ardua visto il contesto incerto e suscettibile di variazioni, per cause negative dovute a nuove ondate di contagi oppure positive con vaccini efficaci.

Le ipotesi peggiori e migliori

I modelli forniscono i seguenti risultati per il primo trimestre 2021. Il finalizzato superiore a 5mila euro avrà un andamento positivo in una forchetta tra il 2% e il 13% a seconda dello scenario.

L’andamento del credito finalizzato, al di sotto dei 5mila euro, sarà migliore di quello del 2020. I prestiti personali, invece, mostrano un recupero più lento ma più costante.

Infine, i mutui nei primi mesi del 2021 performeranno meglio del pari periodo del 2020 con una variazione positiva tra il +11% e il +26%. Rispetto ai mutui va segnalato un aspetto non di secondo conto: le straordinarie condizioni di tasso hanno alimentato il mercato delle surroghe e delle rinegoziazioni. In questo articolo abbiamo scoperto le previsioni per il 2021 dal punto di vista di consumi, investimenti e risparmi

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te