Le norme per la circolazione dei monopattini elettrici

Nel periodo del lock down è stato concesso il noto bonus per l’acquisto dei monopattini elettrici. Abbiamo già visto di conseguenza aumentare la presenza di questi mezzi su strada. Non possiamo quindi trascurare l’aspetto normativo connesso alla loro circolazione.

Le norme per la circolazione dei monopattini elettrici

La disciplina che cerchiamo  è contenuta nella circolare esplicativa del Servizio della Polizia Stradale del 9 marzo 2020.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Proiezioni di Borsa riassume per voi le norme per la circolazione dei monopattini elettrici. La legge 28 febbraio 2020, n. 8 contiene disposizioni sulla circolazione dei dispositivi per la cosiddetta micromobilità elettrica. Essa non disciplina solo i monopattini oggi tanto in voga, ma anche segway, hoverboard, monowheel.

Intanto la circolazione su strada di questi dispositivi è ammessa in forma di sperimentazione, che si protrarrà fino al 27.07.2022.

I monopattini sono equiparati alle biciclette per quanto riguarda la circolazione su strada. Quindi la legge non impone nulla circa l’omologazione, approvazione, immatricolazione, targatura e assicurazione. La circolazione del monopattino elettrico è assolutamente libera.

Caratteristiche del monopattino per la circolazione su strada

Il monopattino elettrico potrà circolare su strada solo se risponda a questi requisiti o presenti queste caratteristiche.  Il motore elettrico deve avere potenza nominale continuativa non superiore a 0,50 kW (500 watt). Il guidatore deve stare in piedi, quindi niente seggiolino o posto a sedere.

Devono avere un limitatore di velocità. Infatti nella circolazione su strada non devono superare 25 Km/h mentre nelle isole pedonali la velocità massima è 6 km/h.

Devono essere provvisti di un campanello, come le biciclette

Dovranno anche essere dotati di  luci bianche o gialle anteriori e con luci rosse e catadiottri rossi posteriori per poterli utilizzare da mezz’ora prima del tramonto e durante tutto il periodo notturno. In assenza di equipaggiamento luminoso dovranno essere portati a mano, ma non potranno essere guidati con propulsione elettrica.

Non devono necessariamente presentare la marcatura «CE»

Infatti La legge 160 del 27 Dicembre 2019, e poi anche il decreto, si riferiscono solo ai limiti di potenza e di velocità che vi abbiamo sopra riportato.  Potete trovarli citati nel Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti del 4 giugno 2019.

Dove può circolare il monopattino elettrico, chi lo può condurre e con quali limitazioni

Da quanto detto sopra possiamo già comprendere che il monopattino può circolare anche all’interno delle aree pedonali, anche se a velocità ridotta. Massima attenzione, quindi, sia che siamo pedoni sia che siamo conducenti di questo particolare mezzo.

In assenza di regolatore di velocità il monopattino, nelle aree pedonali, potrà essere condotto solo  a mano

Come la bicicletta il monopattino elettrico può essere guidato da  da maggiorenni o da minorenni che abbiano compiuto il quattordicesimo anno di età, senza alcun tipo di patente. Ricordiamo che  il conducente minorenne dovrà obbligatoriamente indossare il casco.

I conducenti di qualsiasi età dovranno indossare un giubbotto o bretelle catarifrangenti  da mezz’ora dopo il tramonto, per tutto il periodo di oscurità.  Obbligatorio il giubbotto  e le bretelle catarifrangenti anche di giorno, se le condizioni atmosferiche riducono la visibilità.

A questo proposito dobbiamo però ricordare che i produttori stessi spesso ne sconsigliano vivamente l’utilizzo con forti piogge. Si tratta, con evidenza, di mezzi poco stabili e con una capacità di frenata rapportata alle basse velocità consentite.

Inoltre si dovrà indossarli anche in caso di transito all’interno di gallerie.

Norme per la circolazione

Il monopattino dovrà  circolare su un’unica fila, o affiancato al massimo da un altro monopattino. Sono quindi vietati i sorpassi e le gincane tra file di auto a cui , purtroppo, ci stiamo abituando.

Il conducente deve avere le braccia e le mani libere, deve costantemente tenere il manubrio, salvo che per segnalare la manovra di svolta. Esattamente come in bicicletta.

Infine il  decreto Milleproroghe vieta il trasporto di persone, oggetti e animali, oltre che il traino di veicoli. Quindi niente cane accucciato tra i piedi mentre si viaggia in monopattino.

Consigliati per te