Le nonne tramandano che versare l’aceto sul pesce avrebbe quest’incredibile effetto in cucina per risparmiare un mucchio di tempo

Che bontà indescrivibile un piatto di spaghetti di mare consumati con vista sulla spiaggia. Con l’arrivo della bella stagione è normale volersi concedere del buon pesce con vista mare. Si può sempre scegliere, in alternativa, di prepararlo da sé e gustarlo comodamente a casa insieme alla propria famiglia.

Fortunatamente, sono tantissimi i trucchetti che ci aiutano a preparare il pesce alla perfezione, senza impiegare troppo tempo o sforzi inutili. Esistono, ad esempio, precise tecniche con cui sfilettare ed eliminare le spine da ogni pesce. La pulitura, infatti, richiede sempre molto tempo e spesso può scoraggiarci dalla preparazione di piatti più elaborati.

Qualcun altro, poi, getterebbe freddi cubetti di ghiaccio nella salsa ai crostacei non solo per raffreddarne velocemente la temperatura. Ma qual è la precisa ragione per cui qualcuno è solito cospargere il pesce con del semplice aceto da cucina?

Le nonne tramandano che versare l’aceto sul pesce avrebbe quest’incredibile effetto in cucina per risparmiare un mucchio di tempo

Specialmente quando scegliamo di preparare un pesce con tutta la sua pelle, è importantissimo privarlo delle sue squame. Chi ha squamato almeno un pesce nella sua vita sa perfettamente che quest’operazione richiede un po’ di sforzo e qualche decina di minuti di tempo.

Ebbene, le nonne tramandano che versare l’aceto sul pesce servirebbe ad agevolare la rimozione delle squame. Inumidire le squame con dell’aceto renderà l’operazione più semplice e immediata.

A questo punto, sarà possibile procedere con la rimozione delle squame, usando l’attrezzo apposito o un coltello a lama liscia con molta attenzione.

Qualche altro trucco utile per squamarlo senza fatica

Per evitare di riempire la cucina di squame si può scegliere di squamare il pesce immerso in acqua. In alternativa, basterà inserirlo in un sacchetto gelo per il congelamento degli alimenti in freezer, che conterrà tutte le squame.

Bisognerà procedere sempre nel verso opposto a quello delle squame. Terminata la rimozione delle squame, passare il pesce sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali fastidiosi residui.

Meglio, invece, decidere di lasciare le squame al pesce quando si tratta di prepararlo in certi modi. Si tratta della preparazione del pesce in crosta di sale, della cottura al barbecue o di quella alla piastra. In questi casi, lasciare le squame può contribuire a ottenere una cottura a puntino del pesce.

Lettura consigliata

Ecco quale incredibile risultato produce strofinare queste foglie su posate e stoviglie o sugli zerbini

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te