Le migliori azioni tech made in Italy da monitorare per i prossimi anni

Il settore tecnologico è senza dubbio quello che, negli ultimi anni, ha avuto negli ultimi anni un’evoluzione estrema. Se prima era legato indissolubilmente ai computer e, nel migliore dei casi, al più vasto concetto di Rete, ultimamente ha invaso un poco tutti i campi della vita quotidiana. L’esempio classico è la nascita e lo sviluppo di concetti sconosciuti fino a qualche tempo fa come fintech, biotech, cybersecurity, automotive, telemedicina, domotica. Cosa significa questo? Che oggi non si può parlare di banche, finanza, ricerca scientifica e nemmeno di arredamento senza considerare il fattore tecnologia.

Tutto questo fa capire meglio il peso sempre crescente che il settore avrà nelle nostre vite e da qui l’importanza di sapere quali saranno le migliori azioni tech made in Italy da monitorare per i prossimi anni. Chiunque, 20 anni fa, avesse creduto nell’idea di Jeff Bezos con Amazon, oggi sarebbe più che miliardario. Senza voler andare così indietro nel tempo, sono molti quelli che ricordano gli esordi di Netflix, qualche anno fa, come azienda per il noleggio di DVD. Potrebbero esserci protagonisti di storie simili anche in Italia?

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Le migliori azioni tech made in Italy da monitorare per i prossimi anni

Partiamo subito con una verità nota a tutti: Piazza Affari non è certo Wall Street. Ma c’è una buona notizia: come detto all’inizio, ogni settore della vita quotidiana dovrà per forza di cose adeguarsi ad uno sviluppo tecnologico inevitabile. Il denominatore che accomuna tutti o quasi? I microchip. Che si tratti di automotive, computer, elettrodomestici, il microchip è il fulcro. E in questo caso un nome ormai affermato è quello di STM.

Di fatto è una realtà italofrancese ma recentemente ha riscosso il plauso degli analisti con la stipula di una partnership strategica con Renault. In particolare da Equita il rating hold è stato confermato con un target price di 36 euro. Altra storia interessante è quella di Reply, società di consulenza per le applicazioni e l’implementazione di sistemi di Rete, che sfiora il +50% negli ultimi 6 mesi. Un trend al rialzo che ha spinto gli esperti di Mediobanca Securities a confermare il rating outperform (target a 125 euro).

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te