Le funzioni che consumano più velocemente le batterie dei cellulari

Gli smartphone sono ormai parte di noi. Non se ne può più fare a meno ci accompagnano ogni giorno in ogni momento. Purtroppo si può dire che in molti casi ad oggi dipendiamo dai nostri telefoni. Pensiamo al momento in cui siamo fuori casa e la batteria ci abbandona. Non possiamo consultare le mappe per orientarci. Nè possiamo chiamare un taxi, mandare mail di lavoro. Neanche possiamo pagare con carte registrate nelle applicazioni. E soprattutto, per alcuni, ci ritroviamo isolati da social e applicazioni di messaggistica istantanea.

Per molte persone non esiste situazione peggiore. Da qui parte la preoccupazione costante per la  batteria dello smartphone. Anche perché si sa che con il tempo e l’uso le batterie dei telefoni si deteriorano e durano sempre di meno. Ora c’è anche chi esce di casa con due o tre caricatori portatili pur di evitare il pericolo. Ma quali sono le funzioni che consumano più velocemente le batterie dei cellulari? Andiamo a scoprirlo in questo articolo così da far anche raddoppiare la durata della vita del nostro smartphone.

Premesse importanti

Prima di vedere quali sono le funzioni che consumano più velocemente le batterie dei cellulari, bisogna precisare qualcosa. Lo stato della batteria del telefono dipende molto da come lo si carica. Utilizzare cavi non omologati, attaccare e staccare continuamente lo smartphone, deteriora la durata della batteria. Anche usarlo mentre è in carica non giova molto alla salute del nostro telefono. Queste e altre abitudini che abbiamo possono ridurre in partenza la durata della batteria. Perciò di base si consiglia di prendersi cura fin dall’inizio in questo senso di questo strumento per noi fondamentale.

Detto ciò andiamo a vedere cosa più consuma il nostro telefono oltre al tenere applicazioni aperte e la luminosità molto alta.

Ecco i due incriminati

Le funzioni che consumano più velocemente le batterie dei cellulari sono il WiFi e il Bluetooth. Se ci facciamo caso quando sono tenuti accesi questi fanno calare molto velocemente il livello della batteria.

Ma andiamo nel particolare perché ci sono delle differenze. La cosa che accomuna il dispendio di energia di queste due funzioni è la ricerca di una fonte di segnale a cui agganciarsi. Questa operazione è continua anche se teniamo a riposo il telefono ed è dispendiosa per la durata della batteria del nostro cellulare. Tuttavia c’è una particolare diversità.

Il Bluetooth anche quando aggancia un segnale continua a consumare batteria nel trasferimento dei dati.

Per il WiFi il discorso sembrerebbe diverso, una volta che ci si è collegati a un router. Qui il processo di trasferimento dei dati parrebbe meno dispendioso di quello della rete di base del telefono. Quindi, la funzione WiFi è bene tenerla accesa solo quando sappiamo di poterci collegare. Per il resto se vogliamo allungare la durata della batteria dei nostri smartphone è meglio tenere spente queste due funzioni.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te