Le buttiamo sempre nella spazzatura ma queste bucce valgono oro per cucinare dei piatti gourmet da vero chef

Chi l’avrebbe mai detto che nel 2022 anche uno scarto alimentare potesse diventare un piatto gustoso. Non solo, addirittura servito nei migliori ristoranti del Mondo come una portata raffinata.

Il tema dello spreco alimentare è un argomento sempre più importante per tante famiglie. Sembra assurdo, ma quello che emerge da un recente report di Coldiretti è davvero preoccupante. Pare infatti che tagliando gli sprechi alimentari delle famiglie italiane si potrebbero sfamare 3,2 milioni di poveri.

Oggi più che mai è davvero essenziale fare una spesa intelligente e utilizzare tutti i prodotti acquistati. Ma non solo, anche parti di alimenti finora considerate scarti possono trasformarsi in veri piatti gustosi.

Le buttiamo sempre nella spazzatura ma queste bucce valgono oro per cucinare dei piatti gourmet da vero chef

In genere se pensiamo agli scarti alimentari ci vengono in mente le foglie di cavolo o i gambi dei broccoli. Utili per la preparazione di decotti o minestre, come si fa per le bucce di cipolla.

Ma ci sembra quasi impossibile che delle normali bucce di patate possano diventare portate gourmet. E invece è proprio da questo scarto alimentare che si possono preparare diversi piatti. Ovviamente per evitare ulteriormente gli sprechi è importante conservare le patate in modo adeguato.

Non solo chips di bucce

È uno dei piatti più semplici da realizzare con le bucce di patate. Prima laviamole bene e poi infariniamole con della farina di cereali e un po’ di sale. Togliamo la farina in eccesso e friggiamole in una padella con olio di semi di arachide. Scoliamole su della carta assorbente e serviamole con una salsa di accompagnamento. Sono davvero buonissime e croccantissime.

Ma perché non prepararle in pastella con dell’erba cipollina o del basilico. Uniamo farina, acqua, sale e friggiamole sempre in olio bollente. Oppure possiamo lasciarle in ammollo per eliminare i residui di amido e sbollentarle leggermente. Così da aggiungerle, tagliate molto sottili, ad un’insalata.

Non solo patate ma anche la pelle di salmone

La scartiamo subito quando gustiamo la nostra fetta di salmone ai ferri, senza sapere cosa ci perdiamo. Possiamo passarla in forno in modo da essiccarla e poi friggerla in olio bollente. Croccantissima e particolare, è anche scenica come decorazione commestibile sui nostri piatti.

Ma anche la barbetta del finocchio si può riutilizzare per condire un cremoso risotto. O possiamo trasformare i baccelli di piselli o fave in farina o in vellutate saporitissime. Che dire poi delle foglie esterne dei carciofi che buttiamo via, se bollite per 50 minuti diventano tenerissime. Possiamo usare la centrifuga per separare la polpa dalle fibre ed ecco un condimento economico per la nostra pasta.

Quindi, le buttiamo sempre nella spazzatura ma queste bucce non sono semplici scarti di cibo. Anche i più bravi chef del Mondo riutilizzano questi comuni scarti per realizzare piatti prelibati. Insomma che si tratti di avanzi che abbiamo in frigo o di bucce di patate, basta un po’ di creatività. Così faremo un figurone con gli amici, risparmieremo un po’ di soldi ed eviteremo gli sprechi.

Approfondimento

Tanti non la mangiano eppure questa carne magrissima a basso contenuto di colesterolo è gustosissima cucinata così

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te