Le bavette alla triglia sono un piatto leggero e saporito

Tra i pesci freschi presenti sui banchi del mercato tutto l’anno c’è la triglia. Questo pesce si trova generalmente nella parte tropicale di tutti gli oceani. Dal caratteristico colore rosso, la triglia presenta in molti casi anche sfumature del giallo. Il consumo di pesce si raccomanda per le sue alte qualità nutritive. In particolare si trarrebbe beneficio dall’alta percentuale di iodio e vitamine contenute nella carne di pesce. Inoltre il pesce d’acqua salata risulterebbe più nutriente rispetto a quello di acqua dolce, ma più difficile da digerire.

Come riconoscere quando sono fresche

Per capire se il pesce è realmente fresco, è necessario fare attenzione a piccoli ma fondamentali dettagli. Le branchie devono presentare un colorito roseo o rosso, dotate di lucentezza ed un buon grado di umidità. Attenzione quando le branchie sono maleodoranti. La carne deve risultare soda e compatta, mai flaccida e molle. Gli occhi devono essere brillanti e non infossati. Ma soprattutto, il primo segnale evidente per capire lo stato del pesce è l’odore che emana. Infatti il pesce fresco emana un lieve profumo di mare. Mai odori forti. Se il pesce è fresco si vede anche dalla pelle, che dev’essere umida e mai staccata dalla carne. Infine altro indizio sono le squame che si devono presentare compatte e lucide.

Le bavette alla triglia sono un primo piatto leggero e saporito

La triglia in cucina è un pesce molto versatile, adatto come primo o secondo piatto, può essere cucinato in vari modi. Nonostante sia adoperato maggiormente come secondo, è graditissimo per insaporire e profumare la pasta. Le bavette alla triglia sono un primo piatto leggero e saporito. Questo formato di pasta, è una sorta di spaghetto schiacciato molto simile alla classica linguina. L’ingrediente principe è la triglia. Per preparare circa quattro porzioni occorrono questi ingredienti:

  • bavette 350 g;
  • triglie di piccola dimensione circa 300 g;
  • un bicchiere di vino bianco;
  • 2 spicchi di aglio;
  • prezzemolo tritato;
  • olio di oliva;
  • sale;
  • pepe.

Squamare e lavare bene le triglie, senza sventrarle. In una padella, a parte, soffriggere aglio e prezzemolo tritato in circa dieci cucchiai d’olio. Poco prima che l’aglio prenda colore, aggiungere le triglie. Continuare la cottura per qualche minuto aggiungendo il vino bianco. Aggiungere il sale e non appena le triglie iniziano a rompersi toglierle dalla padella ed eliminare le lische. A questo punto rimettere in padella le triglie private delle lische e spezzettarle. Aggiungere le bavette cotte, amalgamare bene il tutto e infine servire con una spolverata di prezzemolo e pepe.

Lettura consigliata

Non solo triglia e spigola oppure orata, ecco quale pesce di stagione comprare e mangiare a dicembre

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te