Le azioni da comprare in caso di recupero veloce secondo Raymond James

Cercare investimenti sicuri, adesso, è un’opera che richiede ricerca e conoscenza del mercato. Ma anche un occhio all’evoluzione della pandemia. Queste le azioni da comprare in caso di recupero veloce secondo Raymond James.

Come evolverà la ripresa

La pandemia ha messo Ko l’economia mondiale. Ma alla fine le cose cambieranno e gli utili ritorneranno. Il problema è che nessuno sa bene quando e nemmeno come. Infatti, essendo una situazione nuova, è difficile sapere come evolverà la ripresa. L’unico esempio simile a quello che sta accadendo adesso potrebbe essere l’epidemia di spagnola registrato circa 100 anni fa. Ma anche questo è un paragone azzardato. La società mondiale di inizio secondo non era minimamente paragonabile a quella di oggi sotto nessun punto di vista. Per questo il coronavirus è un fattore destabilizzante anche per le grandi organizzazione come FED e BCE che hanno deciso di rimettere mano ad armi già testate. Ma in occasioni differenti.

Gli scenari che si verificheranno

Per questo motivo gli esperti hanno elaborato alcuni tipi di scenari di ripresa differente. Il primo è quello più probabile, ovvero uno scenario a U. Con questo si delinea la possibilità di un crollo repentino seguito da una stabilizzazione della situazione. Solo successivamente si avrà un’evoluzione verso un miglioramento. Trattandosi però di un virus, altamente contagioso e a quanto pare anche in grado di avere un andamento imprevedibile, non è da escludersi, tra gli scenari che si verificheranno, anche un andamento a W. In questo caso la situazione oscillerebbe tra fasi alterne di ripresa e di crolli. Un’eventualità che si verificherebbe con maggior probabilità in caso di una eventuale seconda ondata dei contagi.

Lo scenario migliore per i mercati

Altra opzione è quella di una ripresa a “V” cioè un crollo repentino e un altrettanto veloce recupero. Questo sarebbe possibile solo nel caso, peraltro difficile, di un vaccino immediato su larga scala ed estremamente sicuro. Oppure, eventualità altrettanto difficile, di un coronavirus che, con l’arrivo dell’estate, dimostri tutta la sua possibile vulnerabilità alle temperature alte. Cosa sulla quale gli esperti si sono dimostrati scettici. Quello a V, però, sarebbe anche lo scenario migliore per i mercati perché toglierebbe ogni tipo di incertezza.

Le azioni da comprare in caso di recupero veloce secondo Raymond James

In questo caso chi investe sui mercati ha necessità di trovare le azioni da comprare in caso di recupero veloce. Secondo Raymond James ci sarebbero diversi titoli su cui puntare, tutti con rating Strong Buy o Outperform. Titoli che, visti i crolli precedenti, presentano anche ottime finestre di ingresso. Un nome suggerito dagli analisti di Raymond James è quello di Delta Airlines (NYSE:DAL). Tra le azioni da comprare in caso di recupero veloce, e con la stagione estive alle porte, potrebbe essere una scelta solida ora. Anche in virtù dei tagli sui dividendi e sulle spese operative del secondo trimestre, tagli operati per preservare la liquidità. Il target fissato da Raymond James è di $ 36 su quotazioni che si aggirano poco sopra i $ 22,16.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te