Le attese di medio lungo periodo per le azioni Unipol sono al ribasso: i livelli quando tornare compratori

Circa un mese fa mettevano in guardia da un possibile affondo ribassista sul titolo (Se fallisce il break ribassista le azioni Unipol sono destinate a perdere non poco valore). In linea con quanto detto in precedenza, con la chiusura del 18 giugno le attese di medio lungo periodo per le azioni Unipol sono al ribasso e il potenziale ribassista è molto importante.

Prima di occuparci dell’analisi grafica nei prossimi paragrafi, diamo un’occhiata ai fondamentali di Unipol e alla valutazione sulla base dei multipli di mercato e delle raccomandazioni degli analisti.

La società è una delle più interessanti sul mercato in termini di valutazione basata sui multipli degli utili. Inoltre il prezzo delle azioni rispetto al valore netto contabile fa apparire il titolo come relativamente economico.

Secondo gli analisti, poi, il consenso medio è accumulare con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 30% circa.

Le attese di medio lungo periodo per le azioni Unipol sono al ribasso: i livelli quando tornare compratori secondo l’analisi grafica

Il titolo Unipol (MIL:UNI) ha chiuso la seduta del 18 giugno in ribasso dello 2,33%, rispetto alla seduta precedente, a quota 4,312 euro.

Time frame settimanale

La chiusura settimanale è stata molto brutta in quanto ha rotto al ribasso l’importantissimo supporto in area 4,51 euro (I obiettivo di prezzo). A questo punto o si assiste a un immediato recupero del livello appena rotto oppure si accelera al ribasso verso gli altri obiettivi indicati dalla linea tratteggiata.

unipol

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

L’eccezionale chiusura di maggio che aveva portato alla rottura della resistenza in area 4,78 euro (I obiettivo di prezzo) potrebbe rivelarsi illusoria qualora la chiusura di giugno dovesse essere inferiore a 4,7 euro. Da notare, poi, che questo livello di prezzo già in passato ha determinato una battuta di arresto nella progressione delle quotazioni e che, quindi, potrebbe rappresentare un baluardo molto duro da superare. In questo caso le quotazioni potrebbero tornare in area 2,1 euro, i minimi storici di Unipol.

Al rialzo, invece, gli obiettivi sono quelli indicati in figura.

unipol

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te