Le abbiamo conosciute in diversi film queste cascate a 50 chilometri da Roma, un luogo dove fare pic nic e pediluvi rigeneranti immersi nella natura

Il primo maggio si avvicina e le idee per trascorrere una giornata diversa dalle altre non mancano. A pochi passi da Roma troviamo diverse località in cui organizzare escursioni e gite di famiglia scoprendo posti nuovi immersi nella natura.

Le abbiamo conosciute in diversi film e sono frequentate da tanti visitatori queste cascate situate dentro un’oasi incontaminata nei pressi di borghi molto antichi. Calcata, Civita Castellana e Bagnoregio, il lago di Bracciano e quello di Bolsena, sono alcuni dei posti che si trovano nelle vicinanze. A dimostrazione della ricchezza che la provincia di Viterbo è in grado di regalarci a pochi passi dalla Capitale. Tramite la SS2bis e la SR2, è necessaria un’ora di macchina dal centro di Roma per arrivare al complesso di Monte Gelato

Set cinematografici spettacolari

Le cascate lungo il fiume Treja sono state il set di alcune scene di film come Superfantozzi o Lo chiamavano Trinità. Dimostrazione ulteriore della bellezza di questi scorci di natura incontaminata che ne fanno una meta imperdibile soprattutto durante le giornate di festa.

Le acque del fiume hanno scavato le rocce negli anni, dando vita a uno scenario pieno di fascino. La cascata principale è molto ampia e circondata da una ricca vegetazione. Le testimonianze della storia di questo territorio sono diverse. La villa romana del I secolo a.C. è solo un esempio.

Il bosco del Castellaccio ha diverse tipologie di arbusti. Le querce sono tipiche di queste zone. Al suo interno si trova l’insediamento fortificato durante il Medioevo e l’area attrezzata per i pic nic. L’ingresso è gratuito. Non è obbligatorio prenotare. Ma organizziamoci per tempo, perché l’area è pubblica e durante i weekend di festa i visitatori sono numerosi.

Le abbiamo conosciute in diversi film queste cascate a 50 chilometri da Roma, un luogo dove fare pic nic e pediluvi rigeneranti immersi nella natura

Il mulino di Monte Gelato realizzato nel 1830 si trova nei pressi delle cascate e precede un muraglione che regolamenta la forza dell’acqua. Il fatto che numerosi film siano stati girati utilizzando questi posti come set, ha fatto si che non ci si dimenticasse della loro importanza.

Trascurato per diversi anni, l’impianto è stato recuperato anche grazie a una mostra sulle strutture e sul territorio che lo circondano. Il sentiero del parco è lungo 7 chilometri. Arriva fino a Calcata, che è uno dei borghi più affascinanti della zona. Si percorre a piedi con diverse ore di cammino e chi è appassionato di trekking può godere delle bellezze naturali che si incontrano durante il tragitto.

Il Parco presenta numerosi siti archeologici che si possono visitare prima o dopo essersi concessi un pediluvio nelle acque delle cascate e aver consumato un pranzo immersi nel verde.

Lettura consigliata

Sembrerà di stare in Polinesia con dune di sabbia finissima, fenicotteri rosa e pinete strabilianti quando visiteremo questa spiaggia tra le più belle d’Italia

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te