Le 6 regole d’oro per una bistecca cotta ad arte, succulenta e tenera come nelle migliori steakhouse

Per i veri amanti della carne c’è un’unica vera regina della brace ed è la bistecca!

C’è chi la ama cotta a puntino, chi la preferisce grondante sangue, altri ancora che preferiscono una giusta via di mezzo.

Incontrare i gusti di tutti non è semplice, ma esistono delle regole base da seguire qualunque sia il grado di cottura che vogliamo ottenere.

Da sempre cerchiamo di fornire ai nostri lettori indicazioni, consigli, trucchetti e tecniche per cavarsela alla grande anche di fronte ai fornelli o alle braci. È per questo che oggi proporremo le 6 regole d’oro per una bistecca cotta ad arte, succulenta e tenera come nelle migliori steakhouse.

Si definiscono così alcuni particolari locali dediti alla cucina di carne alla brace. Qui possiamo trovare diversi tagli di carne, particolari tipologie e razze, alcune davvero pregiate.

Tuttavia, anche a casa, con la nostra classica bistecca possiamo comunque fare un figurone.

Le 6 regole d’oro per una bistecca cotta ad arte, succulenta e tenera come nelle migliori steakhouse

Fuori il gelo ed il freddo imperversano, i ristoranti nonostante le restrizioni continuano ad essere sempre al completo. Quale miglior occasione per accendere la brace e concedersi una bella serata totalmente “carnivora”? Magari annaffiando il tutto con un buon vino rosso.

Proprio come quello eletto miglior vino rosso d’Italia, perfetto per accompagnare ogni tipo di pietanza, dalla più pregiata alla più povera.

Tra i contorni invece possiamo anche scegliere questo prodotto di stagione, ottimo per la salute di mente e corpo, soprattutto dell’intestino.

Ecco che gli ingredienti per una serata perfetta sembrano esserci tutti, mancano solo qualche buon amico e le nostre preziose indicazioni per la cottura ideale.

Una guida da tenere sempre a mente:

  • rimuovere qualsiasi traccia di umidità dalla carne avendo cura di asciugarla bene;
  • riscaldare in modo uniforme il piano di cottura o la griglia, che dovrà essere ben bollente.
  • cuocere la carne prima da un lato e poi dall’altro, senza girare continuamente su entrambi i lati;
  • condire la carne soltanto a cottura quasi ultimata;
  • una volta completata la cottura, lasciarla qualche minuto coperta con della carta d’alluminio. Questo consentirà alla carne di insaporirsi ben bene;
  • evitare assolutamente di controllare il grado di cottura tagliando con il coltello. È fondamentale che i succhi non fuoriescano e questo è il modo migliore per consentirlo e rovinare un gran lavoro ed un bel pezzo di carne!

Non resta che acquistare tutto il necessario, indossare un grembiule e mettersi al lavoro.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te