Le 6 cose da sapere per cucinare una carne alla griglia perfetta

Chi ama la dieta proteica non può non apprezzare le grigliate. Ebbene, per un barbecue perfetto occorre prestare molta attenzione. Altrimenti la carne alla brace, magari da offrire agli ospiti, non sarà certamente apprezzata. Al riguardo, allora, ecco le 6 cose da sapere per cucinare una carne alla griglia perfetta. Dalla scelta della carne alle modalità ed ai tempi di cottura.

Ecco, dunque, di seguito le 6 cose da sapere per cucinare una carne alla griglia perfetta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

La scelta della carne e del barbecue

La scelta della carne. Il taglio di carne ideale per ottenere una carne alla griglia perfetta è quello di manzo. Ma va bene pure il pollo a patto che sia stato preventivamente marinato. Mentre per quel che riguarda la carne di maiale i tagli da evitare per la cottura alla brace sono sempre quelli più magri. E quindi vanno benissimo, per esempio, parti come le costine.

La scelta del barbecue. Il barbecue a gas è comodo e pratico per cucinare la carne. Ma la cottura alla brace è naturalmente tutta un’altra cosa. Anche se così facendo si impiegherà più tempo. Il fuoco della legna, ai fini di una carne alla griglia perfetta, può essere considerato in tutto e per tutto un ingrediente.

Evitare la salatura durante la cottura

La salatura. È fondamentale, poi, non salare la carne durante la cottura. Ma sempre e soltanto dopo, a cottura terminata. Così come pure la marinatura, ad esempio della carne di pollo, come accennato, deve essere effettuata allo stesso modo senza cloruro di sodio.

La modalità e tempistica della cottura

Quando cuocere la carne. La griglia, poi, nel momento in cui si inizia a cuocere la carne deve essere sempre rovente. Soltanto così sarà garantita una cottura perfetta. Ciò, peraltro, assicurerà la  formazione di quella a caratteristica e squisita crosticina.

Mai bucherellare la carne in cottura. La carne durante la sua cottura alla brace non deve essere bucherellata. In caso contrario perderà, infatti, succhi e tenderà a seccarsi. Un’eccezione è ammessa per la salsiccia che si può invece punzecchiare quando la si vuole alleggerire un po’ del grasso.

Tempi di cottura della carne. I tempi di cottura, poi, sono variabili in quanto dipendono dalla carne. In particolare dalla tipologia e anche dallo spessore. Ma pure dalla temperatura della griglia e della brace. E lo stesso vale per la distanza intercorrente tra brace e griglia.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te