Le 5 mostre da non perdere in Italia dopo la riapertura dei musei

Da qualche settimana l’Italia ha riaperto i suoi musei. Ciò secondo quanto previsto dagli ultimi provvedimenti del Governo. I musei interessati alla riapertura sono quelli delle regioni gialle.

Il DPCM del 14 gennaio 2021 ne prevede la riapertura dal lunedì al venerdì. Dovrà essere garantito un flusso dilazionato di visitatori, fruizione contingentata e il distanziamento necessario. Insomma, ora è possibile programmare la visita a uno dei magnifici complessi museali italiani. Le 5 mostre da non perdere in Italia dopo la riapertura dei musei.

Settecento anni dalla morte di Dante

Questo è un anno particolare per la cultura italiana. Infatti, ricorrono i 700 anni dalla morte del Poeta per eccellenza, Dante Alighieri (1265-1321). E tutta Italia si prepara a celebrarlo.

Forlì e i Musei di San Domenico presentano, in collaborazione con gli Uffizi di Firenze, “Dante. La visione dell’arte“. La mostra sottolinea la figura di Dante come modello di scrittura poeatica nel corso delle varie epoche. Si interroga sull’immaginativo dantesco e come la figura di Dante si sia evoluta nel corso del tempo. Tra i capolavori sono presenti in mostra i ritratti di Dante e Farinata degli Uberti di del Castagno e un disegno dell’Inferno realizzato da Michelangelo. Tanti altri gli appuntamenti dedicati a Dante. Per conoscerli tutti, consigliamo di consultare il sito dedicato.

Venezia, Milano e Torino

Punta della Dogana, avamposto dell’arte contemporanea, presenta la retrospettiva di uno dei più grandi artisti americani. Bruce Nauman (1941) è conosciuto per le scritte al neon, le performance e le opere concettuali. A Venezia l’artista presenta una selezione di video creati negli ultimi 5 anni, tra le sue opere più recenti. Si aggiungono rivisitazioni su opere storiche come Walk with Contrapposto.

Milano, invece, celebra le donne. Ma soprattutto le artiste a cavallo tra XVI e XVII secolo. Nelle meravigliose stanze di Palazzo Reale nasce la mostra Signore dell’Arte. Più di 150 opere di artiste più o meno conosciute, ma tutte fondamentali per aver segnato il corso dell’arte. Tra queste Artemisia Gentileschi, Lavinia Fontana, Fede Galizia etc..

A Torino si parla di fotografia e di sport. Negli spazi di CAMERA, una mostra che si intreccia con le Finali ATP 2021 (il torneo internazionale di tennis). Lo sguardo si posa sullo sport. In particolare sulla fotografia di Martin Parr (1952) e le immagini con cui ha ritratto la società contemporanea. Focus sul tema della fatica, della competizione, dello sforzo fisico e dell’importanza sociale dello sport.

Roma

A Roma il MAXXI, Museo nazionale delle arti, festeggia il suo compleanno. Dopo 10 anni dall’apertura, è stata pensata una mostra che guarda indietro nel tempo, ma anche nel futuro dell’arte. Temi attorno a cui ruotano le imprese del MAXXI in questi anni. Insieme, gli artisti che hanno partecipato e reso possibile questo compimento.

Ed ecco le 5 mostre da non perdere in Italia dopo la riapertura dei musei. Per molte la prenotazione è necessaria o fortemente consigliata. Ci si augura che, nel prossimo futuro, nulla impedirà di fruire dell’arte e della bellezza.

Consigliati per te