Le 3 ricette saporite per cucinare i funghi chiodini

I chiodini sono una specie di funghi commestibili, ma facendo sempre molta attenzione. La prima cosa da dire, al riguardo, è quella di comprare i chiodini anziché raccoglierli nei boschi. Soprattutto non si è esperti conoscitori di funghi.

Dopo aver eliminato l’eventuale presenza di residui di terra, prima di poter essere consumati, i chiodini devono essere bolliti. Precisamente per dieci minuti. Eliminando, poi, a fine bollitura, tutta l’acqua di cottura. E durante la fase di cottura prestare attenzione a rimuovere tutta la schiuma salita a galla, in superficie.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Detto questo, ecco le 3 ricette saporite per cucinare i funghi chiodini. Dai funghi chiodini trifolati a quelli al sugo, passando per i funghi chiodini sott’olio.

Ecco le 3 ricette saporite per cucinare i funghi chiodini

Funghi chiodini trifolati. La ricetta dei chiodini trifolati è simile a quella dei porcini anch’essi trifolati. Si cucinano, quindi, in padella, per dieci minuti, insieme al soffritto di aglio ed olio extravergine d’oliva. Si servono dopo averli insaporiti con un pizzico di sale, con pepe in quantità strettamente necessaria, prezzemolo tritato, e guarniti con rosmarino.

Funghi chiodini per il sugo. Dopo aver preparato anticipatamente un soffritto di aglio, olio extravergine e scalogno, buttare in padella i funghi chiodini dopo averli tritati in maniera grossolana. Rimuovere l’aglio, aggiungere la passata di pomodoro e cucinare per quindici minuti aggiungendo del prezzemolo tritato finemente. Oltre al sale in quantità strettamente necessaria. Sarà così, pronto, un sugo da leccarsi i baffi per condire pasta, rigorosamente al dente, da aggiungere in padella, e far cuocere a fiamma dolce, per due minuti.

Funghi chiodini sott’olio. Per preparare i funghi chiodini sott’olio occorre farli bollire per dieci minuti. E precisamente in una soluzione di acqua, aceto, aglio schiacciato, un pò di pepe e sale grosso. Dopo essere stati bolliti i funghi devono essere asciugati e quindi riposti all’interno di vasetti di vetro sterilizzati e chiusi ermeticamente. Aggiungere in ogni barattolo un pò di aglio e, infine, bagnare in olio extravergine di oliva fino all’orlo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te