Le 3 cose da non fare assolutamente col conto corrente nel 2021 per non avere problemi

L’anno si presenta irto di ostacoli per i correntisti. Una serie di norme, che entrano in vigore da oggi, potranno creare delle difficoltà. Sono modifiche che riguardano la disponibilità della liquidità sul conto corrente, la sicurezza dell’operatività e le possibili nuove commissioni al momento del prelievo.

Sono regole che entrano in vigore da oggi e con cui è meglio che un correntista inizi a farci l’abitudine, altrimenti incorrerà in spiacevoli conseguenze. Ecco quali sono le 3 cose da non fare assolutamente col conto corrente nel 2021 per non avere problemi.

Vietato andare in rosso con addebiti automatici attivi

Partiamo dalla norma che se violata potrebbe portare anche il blocco dell’operatività sul conto corrente.  L’EBA, L’Autorità Bancaria Europea, ha introdotto una norma che impedisce gli addebiti automatici (RID) sul conto se manca la liquidità necessaria.

Se per tre volte si verifica il mancato pagamento a causa della insufficienza di fondi sul conto, la banca deve segnalare il problema alla centrale rischi. Se si verifica questo evento, il cliente rischia il blocco del conto, anche per soli 100 euro di rosso. Quindi assolutamente vietato avere il conto in rosso se si hanno RID attivi.

Vietato sbagliare accesso al conto on line

Altro problema che potrebbe riscontrare un correntista è l’accesso al conto. Sempre dall’1 gennaio è entrata in vigore la normativa europea PSD2. Questa normativa è stata pensata per garantire maggiore sicurezza al correntista. L’obiettivo è ridurre al minimo attacchi hacker, accessi abusivi sul conto, utilizzi fraudolenti di carte di debito e credito.

Il problema è che per come è stata strutturata, potrebbe creare dei problemi di accesso al correntista stesso. Infatti, le nuove procedure prevedono la conferma di identità attraverso dati biometrici per l’accesso ai conti via web.

Per effettuare i pagamenti on line si richiederà una autenticazione a doppio fattore (per esempio una password e l’impronta digitale). In questo modo il sistema di accesso è protetto da due livelli di sicurezza.

Ma non tutti potrebbe avere domestichezza con questi sistemi. E in casi di autentificazione fallita si rischia il blocco del conto. Quindi, assolutamente vietato sbagliare.

Vietato prelevare dagli sportelli ATM delle banche di cui non siamo clienti

Infine, presto potrebbe essere attivata una nuova regola commissionale per il prelievo dei soldi dal bancomat. Fino a oggi il correntista sapeva a priori quanto spendeva in commissioni per il prelevamento di denaro dagli sportelli ATM.

Se entrerà in vigore il nuovo profilo commissionale interbancario proposto da Bancomat SPA, i correntista subiranno un grave disagio. Infatti, chi preleverà da uno sportello ATM non della propria banca, saprà quanto pagherà di commissioni solo un attimo prima del prelievo.

Una situazione che potrebbe costare molto, specialmente ai clienti delle banche on line, quelle che non hanno sportelli propri. Per questi, ma anche per gli altri correntisti, sarà sconsigliato prelevare da sportelli di banche ATM di cui non si è clienti. Il rischio è di pagare commissioni impreviste, la cui somma in un anno potrebbe arrivare a essere una piccola stangata.

Approfondimento

Queste sono le 3 cose da non fare assolutamente col conto corrente nel 2021 per non avere problemi. Per approfondire il terzo aspetto, quello del prelievo da sportelli ATM, si può leggere questo articolo: rischio stangata nel 2021 per chi preleva denaro dal bancomat.

Consigliati per te