L’app dei pendolari avrà un cuore Intel

Quanti di noi usano Moovit per la mobilità urbana. A breve l’app dei pendolari avrà un cuore Intel. E’ stato perfezionato l’acquisto per 900 milioni di dollari. L’applicazione offre ai viaggiatori di tutto il mondo la migliore pianificazione di viaggio multimodale, combinando trasporto pubblico, servizi di scooter e biciclette, ride-hailing e car-sharing. Con Moovit che entra a far parte della grande famiglia Intel si realizza un sogno: diventare un fornitore di mobilità completo. Ma non è finita perché il prossimo step sarà il servizio di robotaxi che secondo stime nel giro di dieci anni garantirà un giro di affari da 160 miliardi.

L’app dei pendolari avrà un cuore Intel

Abbinare la tecnologia Adas di Mobileye, che fa parte del gruppo Intel, a quella di Moovit, le vite di tutti le persone cambierà radicalmente. Intel infatti, in modo strategico, sta mettendo insieme vari tasselli per creare una tecnologia in grado di cambiare il mondo. Chissà verso quale scenario ci stiamo proiettando. Questo colpo nel settore della mobilità con la tecnologia farà da apripista per rivoluzionare il trasporto, riducendo gli ingorghi stradali e salvando le vite.  Si stima che l’abbinamento delle due tecnologie porterà ad un giro di affari di 230 miliardi. I due brand resteranno comunque attivi entrambi conservando le partnership.

I  numeri di Moovit

L’azienda è leadership nel settore di mobility-as-a-service (MaaS), ha 800 milioni di utenti e attivi i servizi in 102 Stati in tutto il mondo e copre 3100 città.  Avere ora sotto il proprio controllo Moovit, per Intel rappresenta un bacino enorme di dati sulla mobilità.

Mobileye punta di diamante

Gli esperti di Mobileye hanno messo a punto la tecnologia ADAS che sta dando i frutti sperati per la sicurezza di milioni di automobili in strada.

Mobileye è il primo partner di soluzioni per l’automotive che rendono possibile lo sviluppo di sistemi avanzati di guida assistita in circa 70 milioni di veicoli con più di 25 produttori di automobili partner. L’app dei pendolari avrà un cuore Intel e chissà dove ci porterà.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te