L’annunciato rialzo sul titolo Mediobanca potrebbe essere a rischio. I livelli da monitorare settimana prossima

Partiamo da un dato, nell’ultimo anno il titolo Mediobanca è stato sul podio degli istituti bancari con la migliore performance a Piazza Affari. In particolare, il titolo di Piazzetta Cuccia, con una performance negativa di poco inferiore al 3% si colloca dietro Banco BPM e Banca Generali.

Questa performance è stata possibile grazie al rialzo annunciato in un precedente articolo e che ha portato a una performance di oltre il 40% dai minimi. Sebbene il rialzo abbia ancora molto spazio davanti, la settimana che si è appena conclusa potrebbe avere dato un segnale molto negativo.

Come si vede dal grafico, infatti, la chiusura settimanale è stata inferiore al supporto in area 9,654 euro. La conferma di questa rottura ribassista potrebbe imprimere una svolta ribassista sul titolo Mediobanca. Una conferma in tal senso arriverebbe con una chiusura settimanale inferiore a 8,706 euro. In questo caso potrebbe partire un ribasso con obiettivo più probabile in area 6,705 euro. Stando a questo scenario, quindi, l’annunciato rialzo sul titolo Mediobanca potrebbe essere a rischio.

Qualora, invece, si dovesse immediatamente recuperare il supporto rotto, allora le quotazioni potrebbero ripartire nuovamente al rialzo verso l’obiettivo più probabile in area 11,19 euro (I obiettivo di prezzo). A seguire, poi, gli altri obiettivi di prezzo sono localizzati in area 15,21 euro (II obiettivo di prezzo), prima, e in area 19,23 euro (III obiettivo di prezzo), poi. Potenzialmente, quindi, il titolo Mediobanca potrebbe raddoppiare il suo attuale valore.

La valutazione del titolo Mediobanca

I motivi per continuare a puntare sul titolo di Piazzetta Cuccia sicuramente non mancano. I margini generati dalla società sono tra i più elevati della Borsa valori. L’attività dell’azienda è particolarmente redditizia. Inoltre per Mediobanca, con un rapporto prezzo/utili a 9,14 per l’esercizio in corso e 9,24 per l’esercizio 2023, i livelli di valutazione del titolo sono molto bassi in termini di multipli di guadagno.

Un altro aspetto da non trascurare per chiunque fosse interessato a investire su Mediobanca è il rendimento del suo dividendo. Allo stato attuale, infatti, il rendimento è circa il 7%, mentre per i prossimi tre anni potrebbe salire fino all’8%.

Secondo quanto riportato su riviste internazionali, per gli analisti che coprono il titolo il consenso medio è accumulare con un prezzo medio che esprima una sottovalutazione superiore al 20%.

L’annunciato rialzo sul titolo Mediobanca potrebbe essere a rischio. I livelli da monitorare settimana prossima secondo l’analisi grafica

Il titolo Mediobanca (MIL:MB) ha chiuso la seduta del 20 maggio a quota 9,5 euro, in ribasso dello 0,75% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

mediobanca

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te