Lagarde crea ottimismo, le Borse ammiccano

Christine Lagarde ha fatto il suo debutto al Congresso bancario europeo mostrando un profilo molto collegiale invece di utilizzare toni personalizzati. Una strategia utile per riavvicinare alcune divergenze in atto all’interno del Governing Council della Bce. La Presidente della Bce ha messo in evidenza che politica fiscale e investimenti sono le priorità. “Siamo consapevoli che c’è incertezza sui mercati dovuta dalle continue tensioni commerciali e alla politica interna degli Stati. Ciò sta provocando un rallentamento della crescita” ha detto la neo presidente che è succeduta a Mario Draghi.

Crescita area euro

La prima inquilina della Bce ritiene che “gli effetti collaterali sono dovuti anche ad una mancanza di attenzione da parte di altre politiche al sostegno della crescita” e invoglia i presenti ad una riscossa: “pensiamo diversamente all’Europa, accettiamo tutti questa sfida nel modo giusto, non è detto che un momento di incertezza non si possa trasformare in un’opportunità”.

Eppure non c’è da stare allegri a sentire le parole di Lagarde che prefigura una crescita nell’Eurozona inferiore di 0,7% rispetto alle previsioni.

E sposa la politica attuata dal suo predecessore: “la Bce continuerà su quella linea. Sosteniamo l’economia e terremo alta l’attenzione sulla stabilità dei prezzi, monitorando gli effetti collaterali che le nostre azioni potrebbero riservare. Per risalire c’è bisogno di fare rete”.

Lagarde vorrebbe maggiore forza da parte degli investimenti pubblici che rimangono sotto soglia. “Sono calati gli investimenti in tutti i paesi con l’avvento della crisi. Un ruolo importante devono averlo i programmi nazionali e europei. Le aziende devono fare la loro parte, solo così possiamo avere una economia forte dovuta da investimenti maggiori e aumentando la produttività. Le aziende devono credere nella crescita e impegnare capitali a lungo raggio”.

Mentre Lagarde parlava, la Borse dai minimi di giornata sono ritornate in verde.

Sono in rialzo i mercati azionari. C’è ottimismo degli investitori alle parole della presidente Bce. A Piazza Affari per rimanere in Italia i titoli Tenaris e Diasorin sono in rialzo, stesso vale per Mediaset, Saipem (SPM) ed Eni.

La giornata odierna darà indicazioni importanti per il proseguio del rally iniziato dai minimi di ottobre. e si capirà se è ancora il momento di compare azioni o di inziare a  vendere in vista di un ritracciamento fra il 3 ed il 5%

©Riproduzione riservata. Tutti i testi e le immagini sono protetti da copyright di ProiezionidiBorsa

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.