La vera ricetta tradizionale della calamarata napoletana

Le video guide di PdB

La tradizionale ricetta della vera calamarata napoletana è un piatto molto semplice da preparare e si può servire anche per le festività natalizie.

Il calamaro, dal latino calamus, ossia calamaio, è così chiamato per il liquido nerastro che contiene. È un mollusco simile alla seppia da cui si differenzia per il corpo allungato che può raggiungere anche più di 25 cm.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Proprio come la seppia, il calamaro ha una “penna” interna detta comunemente osso, che è di natura calcarea. Se il mollusco è di piccole dimensioni prende il nome di calamaretto, oppure totano.

Per prepararlo alla cottura bisogna eliminare la penna, il deposito gialliccio che si trova sotto la testa e la sacca dell’inchiostro. Quest’ultima normalmente si elimina, tranne nelle preparazioni che devono conservare una colorazione nerastra come le linguine al nero di seppia.

La vera ricetta tradizionale della calamarata napoletana.

Ingredienti per 4 persone

  • 4 calamari
  • 15 pomodorini ciliegino o datterino
  • olio Evo un po’ abbondante
  • un cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • uno spicchio d’aglio
  • peperoncino q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • 350 g di pasta formato calamarata

Procedimento

Pulire i calamari togliendo la pelle, la penna interna e la testa con tutta la sacca (cioè le interiora).

Lavare il calamaro sotto l’acqua corrente, tagliarlo ad anelli e separare la testa dai tentacoli e dividerli in ciuffetti da due o tre file di tentacoli.

Prendere i pomodorini, lavarli e dividerli a metà.

In una padella capiente versare l’olio, l’aglio sbucciato e schiacciato e il peperoncino e far soffriggere per qualche minuto.

Quando l’aglio si sarà dorato aggiungere i calamari, precedentemente asciugati con carta assorbente e far saltare in padella.

Dopo 2/3 minuti aggiungere il vino bianco e quando questo si sarà sfumato aggiungere un cucchiaio di concentrato di pomodoro e i pomodori precedentemente tagliati.

Condire con un pizzico di sale e far cuocere per circa 5 minuti.

Nel frattempo far cuocere la pasta al dente e conservare 1/2 mestoli di acqua di cottura da aggiungere al condimento per renderlo cremoso.

Aggiungere il prezzemolo a cottura ultimata e impiattare.

Approfondimento

La ricetta del panino napoletano come lo fanno a Napoli

Le video guide di PdB

Consigliati per te