La sottovalutazione rispetto al fair value stimato non impedisce che questi titoli a Piazza Affari possano continuare a scendere

Siamo in piena crisi dei mercati azionari e al momento il quadro tecnico continua a scricchiolare e di non poco. Dai livelli attuali, tranne repentine inversioni rialziste si potrebbe continuare a scendere fra il 10 e il 20%. Diamo poche probabilità a un ribasso ulteriore a quest’ultimo livello.

Cosa fare in un contesto del genere? In base alle serie storiche dal 1898 ad oggi, si potrebbero accumulare di lungo termine posizioni sull’indice azionario mondiale. Inoltre, più volte abbiamo spiegato invece, che accumulare posizioni su singoli titoli azionari è più rischioso, perchè questi potrebbero continuare a scendere per svariati motivi.

Il miglior approccio sarebbe comunque quello di comprare titoli sottovalutati in tendenza rialzista  e vendere titoli sopravvalutati in tendenza ribassista.

Nel momento attuale ci sono alcuni titoli che nonostante la sottovalutazione rispetto al fair value stimato potrebbero continuare a scendere perchè i loro grafici puntano al ribasso.

Essi sono: Anima Holding, Azimut, Generali Assicurazioni, Intesa Sanpaolo e Stellantis (MIL:STLA).

La sottovalutazione rispetto al fair value stimato non impedisce che questi titoli a Piazza Affari possano continuare a scendere

Il fair value è stimato dal nostro Ufficio Studi analizzando le voci di bilancio degli ultimi 4 anni.

Anima Holding, ultimo prezzo a 4,23. Fair value a 6,50 euro. Le stime degli altri analisti calcolano un prezzo obiettivo in area 5,61.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 4,765, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 3,829 e poi 3,604 euro.

Azimut, ultimo prezzo a 23,21. Fair value a 38 euro. Le stime degli altri analisti calcolano un prezzo obiettivo in area 29,65.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 23,39, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 18,67 e poi 16,342 euro.

Generali Assicurazioni, ultimo prezzo a 17,73. Fair value a 28 euro. Le stime degli altri analisti calcolano un prezzo obiettivo in area 19,88.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 18,735, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 15,74 euro.

Intesa Sanpaolo, ultimo prezzo a 2,2935. Fair value a 3,20 euro. Le stime degli altri analisti calcolano un prezzo obiettivo in area 3,08.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 2,7525, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 2,0830 euro e poi 1,9815.

Stellantis e Unicredit: 2 colossi della Borsa italiana

Stellantis, ultimo prezzo a 16,37. Fair value a 28 euro. Le stime degli altri analisti calcolano un prezzo obiettivo in area 24,28.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 16,37, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 14,83 e poi 13,74 euro.

Unicredit, ultimo prezzo a 11,388. Fair value a 12,34 euro. Le stime degli altri analisti calcolano un prezzo obiettivo in area 17,28.

Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 14,844, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 10,39 e poi 8,96 euro.

Questi livelli varieranno e verranno rivisti di settimana in settimana.

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te