La semplice regola per guadagnare in Borsa Intervista al Dott.Marciano

Proiezionidiborsa, è l’unica realtà in Italia che ha previsto con largo anticipo e straordinaria precisione gli eventi futuri. Fortuna o Metodo?

Per risponderLe, mi piace citare una poesia di Paulo Coelho:

“Provate ad osservare un mulino a vento. Per chi guarda le pale una sola volta, sembra che esse ruotino ad una velocità costante, ripetendo un identico movimento. Ma coloro che hanno dimestichezza con i mulini sanno che il moto delle pale è condizionato dal vento e cambia direzione ogniqualvolta si
renda necessario….

La freccia è l’intenzione che si proietta nello spazio. Dopo che è stata scoccata, l’arciere non può fare più niente, soltanto accompagnarla con lo sguardo nella sua traiettoria verso il bersaglio. Adesso la tensione necessaria per il tiro non ha più ragione di esistere. Quando l’arciere tende la corda, nel suo arco può vedere il mondo intero.
Dopo aver fatto il proprio dovere e trasformato l’intenzione in gesto, un guerriero non deve temere alcunché: ha fatto ciò che doveva. Non si è lasciato paralizzare dalla paura. Anche se la freccia non colpirà il bersaglio, avrà un’altra opportunità, perché non si è dimostrato codardo.”

Per investire con successo sui Mercati Finanziari, c’è bisogno di una mappa, una mappa che nasca dalle statistiche storiche e ci permetta di guardare al futuro con più tranquillità, e di investire con le probabilità a favore. Noi abbiamo capito che se si guarda a quello che è avvenuto nel passato, si può investire con successo e con probabilità a favore per il futuro. Poi dopotutto, la differenza con il banco, che è la Borsa, è proprio questa: forse si vince se le probabilità a favore sono superiori rispetto a quelle
a sfavore.

I Nostri studi storici e le statistiche, dicono che:
 Ci sono giorni migliori (con più probabilità a favore) per acquistare e giorni migliori per vendere;
 Ci sono mesi migliori per acquistare (con più probabilità a favore) e mesi migliori per vendere;
 Ci sono anni migliori per acquistare (con più probabilità a favore) e anni migliori per vendere.

SE TI PIACE QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO SU FACEBOOK,TWITTER LINKEDIN ED ALTRO, E FALLO LEGGERE AI TUOI AMICI

Quindi, lei ci sta dicendo che investire e guadagnare in Borsa è semplice?

Nulla è semplice se non si ha un Metodo affidabile e se si persevera a commettere gli stessi errori.

“Ogni volta la Storia si ripete”. Ogni giorno chi legge i giornali, le notizie finanziarie, forum, siti, ascolta programmi radiofonici o televisivi, a volte è bombardato da diverse notizie contraddittorie fra di loro. Questo accade, soprattutto nelle occasioni di forti rialzi o forti ribassi. Notizie contraddittorie che
a volte incutono paura o euforia nel piccolo risparmiatore o nell’addetto ai lavori, portandolo, spronandolo ad un comportamento che si ripete negli annali:
Comprare sui Massimi
Vendere sui Minimi
Perché accade questo? Perché si mantengono e si ripetono questi comportamenti?
Le spiegazioni potrebbero essere molteplici, ma noi riteniamo che una spiegazione plausibile, sia nella mancanza di organizzazione della propria attività di investitore o di trader.
Gli errori che si commettono sono sempre gli stessi, proprio perché i Mercati Finanziari si muovono sempre allo stesso modo. Sembra che nella Storia sia accaduto sempre questo:
I Mercati Finanziari e l’economia si sono mossi in sintonia, mentre i risparmiatori, per lo meno una elevatissima maggioranza, hanno assunto un comportamento anticiclico, contro Trend, o contro Ciclo.

Quale è quindi la regola per muoversi in sintonia con i Mercati e guadagnare in Borsa?

Tutti gli investitori hanno sentito parlare delle bolle speculative che si sono periodicamente succedute. Nonostante ciò tutti conoscono almeno una persona che ne sia rimasta vittima!

Infatti, sebbene nella storia ci siano molte lezioni da cui trarre insegnamento, ogni volta che si verifica una bolla la maggiore parte degli investitori ne rimane vittima, trovandosi nel posto e nella posizione sbagliati. Ma si può evitare di essere in questi posti e momenti sbagliati?

Sì, basta capire che una bolla non è altro che una delle fasi del mercato azionario che periodicamente si ripetono. Per cui è importante imparare a capire/individuare le varie fasi del mercato.

I mercati finanziari, in particolare i mercati azionari, vivono una evoluzione abbastanza simile che si ripete sempre:

 Fase di accumulazione (bottom): durante questa fase la partecipazione al mercato è estremamente bassa, nessuno investe, l’economia va male, ma i grossi investitori, quelli dalle mani forti, cominciano lentamente ad accumulare. Comprano in quanto, probabilmente, dispongono di notizie non accessibili agli altri partecipanti.

 Fase di partecipazione (prima parte di risalita): arrivano i primi segnali tecnici di acquisto e tutti quelli che seguono l’analisi tecnica cominciano ad entrare sul mercato.

 Fase di euforia (seconda parte di risalita più vigorosa): la partecipazione al mercato aumenta notevolmente (ovvero aumentano i flussi di denaro fresco spingendo al rialzo sempre più i prezzi). L’investitore, generalmente, immette ordini di acquisto limitati, per poi, quando il prezzo è scappato, modificare l’ordine al meglio.

 Fase di distribuzione (top): durante quest’ultima fase quelli dalle mani forti cominciano lentamente a liquidare. Vendono in quanto, probabilmente, dispongono di notizie non accessibili agli altri partecipanti.

 Fase di partecipazione (prima parte di discesa): arrivano i primi segnali tecnici di vendita. Coloro che seguono questa disciplina cominciano a vendere.  Fase di panico (ultima parte della discesa): tutti gli altri partecipanti vendono passando ordini al meglio. Il mercato crolla. Il denaro esce dal mercato azionario. Questo schema può essere applicato anche a tutti gli altri beni (obbligazioni e materie prime principalmente).

Ora riportate mentalmente questo schema a cosa è successo dal 2011 al 2013 per i mercati europei e cosa è successo a Wall Street fra il Ottobre 2007 ed il Marzo 2009.

Può indicare ai nostri lettori un modo semplice per capire in quale punto del ciclo ci si trova e cosa potrà poi accadere?

Sarò molto schematico e semplice.

Come e con che cosa possiamo definire e delineare in poche parole il Ciclo Economico? Con il PIL. Il PIL viene usato per misurare il benessere economico di una Nazione, per cui è un
“indicatore di ricchezza”. È ovvio che se il PIL di un Paese aumenta, la Nazione attraversa una fase di espansione. Viceversa se diminuisce si trova in recessione. Storicamente a periodi di espansione, più o meno limitati, sono seguiti periodi di recessione più o meno limitati.
Ovviamente le variazioni del PIL influenzano il prezzo delle azioni. Infatti,come l’economia ha un suo Ciclo, così anche i Mercati Azionari: a periodi di espansione seguono periodi di
recessione economica, e quindi, a periodi di Bull Market, periodi di Bear Market.
Possiamo, quindi, esprimere delle regole semplici:
Espansione economica=Tassi di interesse in rialzo=Mercati azionari in rialzo
Recessione/rallentamento economico=Tassi di interesse in ribasso=Mercati azionari in ribasso.
Sembra di una semplicità disarmante, ma chi riesce a seguire queste piccole regole:
 Acquistare nei periodi di recessione, dove i tassi sono bassi, e i Mercati azionari sottovalutati (Acquistare basso)
 Vendere nei periodi di espansione, dove i tassi sono alti, e i Mercati azionari sono alti (Vendere alto)
guadagnerà sicuramente sui Mercati azionari.

Chi applicherà sempre queste regole, sarà un vincente in Borsa !

Dalle regole evidenziate sopra, quindi, rimarco quanto scritto negli anni scorsi: il Bull Market dovrebbe durare fino al 2018 ca…L’attenzione dovrà essere posta dopo i primi  rialzi dei tassi, perchè in quel frangente inizierà a fornarsi un massimo.

SE TI PIACE QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO SU FACEBOOK,TWITTER LINKEDIN ED ALTRO, E FALLO LEGGERE AI TUOI AMICI

Cosa ci può dire del breve termine?

Stiamo entrando in una zona di setup fino al 21 Aprile, e in questo range potrebbe formarsi un massimo temporaneo per lasciare poi spazio ad un ritracciamento.

OFFERTA Prova l’abbonamento al Blog Riservato 1 mese a soli 40,00!

Quindi, cosa consiglia?

Di continuare a mantenere i Long di lungo termine, ed acquistare ogni ritracciamento in vista di un 2015 esplosivo con estensioni rialziste fino al 2018.

Al momento, è davvero poco probabile un ribasso strutturale dei mercati per i prossimi 4 anni. Vedremo comunque, come si arriverà ai vari steps e quindi, a tali bivi delineeremo il prossimo futuro, con sempre maggiore attendibilità.

Cliccare sul Link sotto per leggere la nostra Storia

http://www.proiezionidiborsa.blogspot.it/2013/10/proiezionidiborsa-21-ottobre-200721.html

 

SE TI PIACE QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO SU FACEBOOK,TWITTER LINKEDIN ED ALTRO, E FALLO LEGGERE AI TUOI AMICI

OFFERTA Prova l’abbonamento al Blog Riservato 1 mese a soli 40,00!

Consigliati per te